Chi era Walt Disney, il fumettista e animatore creatore di Topolino
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Il 5 dicembre 1901 nasceva a Chicago Walt Disney, il papà della Fantasia

Walt Disney

Alla scoperta di Walter Elias Disney, meglio noto come Walt Disney, l’uomo che ha dato forma e vita alla fantasia.

Nato a Chicago il 5 dicembre del 1901, Walter Elias Disney, meglio noto semplicemente come Walt Disney, è stato un imprenditore in grado di cambiare definitivamente il mondo dei fumetti e dei cartoni animati creando un vero e proprio impero. Se i personaggi della Disney sono famosissimi in tutto il mondo, il Walter Elias Disney uomo per molti è un perfetto sconosciuto. Andiamo allora a conoscerlo più da vicino.

Come fare soldi? 30 idee semplici per guadagnare

La biografia di Walter Elias Disney, dalla fattoria al fronte della Prima Guerra Mondiale

La famiglia di Walter è di origini francesi. Il cognome Disney infatti, stando alle ricostruzioni, sarebbe l’anglicizzazione di d’Isigny, ossia proveniente da Isigny-sur-Mer, dove vive la famiglia di Elias Disney, padre di Walter.

Se gli antenati di Walter sono di origine francese, il padre era di discendenza irlandese e la madre tedesca. La casa Disney è un crogiolo ben amalgamato di culture anche molto distanti tra loro.

Dopo gli studi elementari Walter iniziò a lavorare con il fratello maggiore Roy nell’azienda di famiglia che si occupava della distribuzione dei giornali. Più che un vero e proprio dipendente Walt Disney dava una mano nel tempo libero per aiutare il padre malato.

Secondo alcuni racconti sembra che, terminati gli studi alla scuola secondaria, Walter abbia lavorato come venditore a bordo dei treni. L’occasione gli sarebbe stata dato da uno zio che di lavoro faceva l’ingegnere per le ferrovie. Questo aneddoto non trova conferme ufficiali, ma nella storia del papà dell’immaginazione un po’ di fantasia non guasta. Sembra infatti che proprio per il suo lavoro di venditore il giovane Walt Disney si appassionò ai treni ai vapore.

In Europa infuriava intanto la Prima Guerra Mondiale. Walter decise di rinunciare alla serenità della vita in America e, modificando il suo anno di nascita sui propri documenti, riuscì a partire per il fronte come conducente di ambulanze.

Walt Disney
Fonte foto: https://it.wikipedia.org/wiki/Walt_Disney#/

Dai primi passi nel mondo dell’animazione al successo di Walt Disney: Mickey Mouse

Al termine della guerra inizia a lavorare in un’agenzia pubblicitaria e conosce i primi animatori. Fonda con  Ub Iwerks la Iwerks-Disney Commercial Artists, una società destinata a chiudere a pochi mesi dalla sua fondazione. Ma la Storia aveva altri programmi. I due ricevono una commissione per creare animazioni da proiettare al cinema. Da quella commissione e dagli esperimenti nel garage di casa inizia la leggenda di Walt Disney.

Walter inizia a mettersi in proprio, idea e disegna personaggi originali, fonda una società che fallirà in pochi anni ma dalla quale usciranno storie come Il paese delle meraviglie di Alice. È con questo progetto che nel 1923 raggiunge il fratello Roy in California, dove fondano la  Disney Brothers Studio.

I personaggi e le storie di Walter hanno un discreto successo, ma alla fine degli anni Venti viene soppiantato dalla concorrenza della Universal che di fatto lo lascia senza commissioni. Nel momento di maggiore difficoltà Walt e il fedele Ub fanno nascere Topolino, anzi  Mickey Mouse, che nel 2018 ha festeggiato i suoi 90 anni. Se i primi cortometraggi non hanno un particolare successo, con Steamboat Willie Walt Disney arriva finalmente al successo. La consacrazione definitiva arriverà negli anni Quaranta, con Pinocchio Fantasia, preceduti da un altro cult, Biancaneve.

Di seguito il video del primo film di Topolino

Walt Disney, la morte

Intorno alla metà degli anni Sessanta Walt Disney, ormai da tempo all’apice della sua carriera, aveva iniziato a ridurre le sua apparizioni pubbliche. Nel 1996 i medici scoprono un tumore al polmone che lo porterà alla morte il 15 dicembre 1966, quando, ormai gravemente malato, fu colpito da un collasso cardiocircolatorio.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2018 20:41

Chi è Settimo Mineo, l’ultimo capo di Cosa Nostra

nl pixel