Lo youtuber italiano spiega ai suoi followers la denuncia ricevuta per non aver dichiarato al fisco i suoi compensi.

Le Fiamme Gialle hanno segnalato un’omissione di dichiarazione dei redditi, di circa 1 milione di compensi, da parte dello youtuber CiccioGamer89. Pare che l’uomo avrebbe “dimenticato” di dichiarare al Fisco i compensi derivanti da banner pubblicitari sulla sua pagina YouTube. La Procura di Roma ha denunciato Alessandrini

Smartphone, App per montare video
Smartphone, App per montare video

Si chiama Mirko Alessandrini, conosciuto come CiccioGamer89, il famoso youtuber italiano che è stato denunciato dalla Procura di Roma per omessa dichiarazione dei redditi e dell’Iva di oltre 1 milione di compensi. La segnalazione è arrivata in seguito agli accertamenti sulla sua posizione fiscale e della società a lui riconducibile.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini della Procura

Alessandrini non avrebbe effettuato la dichiarazione annuale per le imposte dirette e dell’Iva, nonostante avesse percepito attraverso bonifici dall’estero i compensi derivanti dalla visualizzazione della striscia pubblicitaria veicolata sul canale YouTube, e dall’apertura della pagina pubblicizzata. Negli ultimi 5 anni lo youtuber avrebbe dimenticato di dichiarare al Fisco oltre 1 milione di euro di compensi.

In seguito alle indagini sui contratti di partnership stipulati con Google Ireland e con alcune agenzie di sponsorizzazione, è stato appurato l’omesso versamento di imposte dirette per oltre 400.000 euro e dell’Iva per circa 160.000 euro. Essendo un reato dichiarativo, adesso è l’Agenzia delle Entrate a dover decidere sulle sanzioni di cui, se l’uomo adempierà, non ci sarà nessun rischio penale.

CiccioGamer89 ai suoi followers

Dopo la notizia trapelata, Alessandrini pubblica un video per spiegare ai suoi follower le dinamiche dell’accaduto:

“Cerco di non dire cose sbagliate e di non andare nel torto, ma io vi dico che ho sempre pagato tutto quello che dovevo. C’è un controllo fiscale sulla mia persona negli ultimi 5 anni, penso come migliaia di persone in questo momento. Non c’è nessuna cartella esattoriale, si sta ancora discutendo su quale sia la mia posizione e quella dell’Agenzia delle Entrate. Ma vi giuro che non sono un evasore né tantomeno mi va di evadere. Non so neanche se sono io”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-11-2022


Caso Saman: trovati resti umani, ora i Ris stanno indagando

Triplice omicidio a Roma: il killer è Giandavide De Pau