Scoperta l’identità del killer che ha ucciso tre prostitute a Roma: all’alba di stamattina è stato posto in arresto.

Aveva già precedenti penali legati al mondo della droga. Aveva avuto affari con la banda mafiosa di Michele Senese: accusato già in passato per spaccio, commercio di armi per agguati ed omicidi ed estorsione, questa mattina Giandavide De Pau è stato rintracciato e arrestato in un bed & breakfast dove alloggiava.

Carabinieri
Carabinieri

Il killer responsabile dell’omicidio delle tre donne a Roma, del 17 novembre, è stato fermato stamattina dalla Squadra Mobile. Si trovava in un bed and breakfast nella zona della stazione Termini, quando la Polizia lo ha raggiunto. L’uomo è stato riconosciuto e rintracciato grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza nella zona tra via Riboty e via Durazzo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Indagini sul delitto

Il killer aveva lasciato molte tracce di sé, sia sul citofono che sui letti oltre che sui corpi delle tre donne. Grazie alle prove e alle immegini registrate, la Polizia è riuscita a risalire all’uomo colpevole del delitto delle tre prostitute: Martha Castaño Torres, di origini colombiane, e poi le due donne cinesi che si prostituivano anch’esse. Tutte e tre le vittime uccise a coltellate al petto e alla gola con un lungo coltello che gli inquirenti stanno ancora cercando.

Chi è il killer

L’uomo arrestato questa mattina in Via Cesare Lombroso si chiama Giandavide De Pau, 51enne residente a Primavalle: era il guardaspalle del boss Michele Senese, e aveva avuto affari in comune con Massimo Carminati per questioni di riciclaggio e con Fabrizio Piscitelli detto Diabolik.

L’uomo aveva già diversi precedenti penali legati al mondo della droga, del riciclaggio. Il suo nome figura nell’operazione Orchidea e nell’ultimo blitz anticrimine messo a segno dai carabinieri nel 2020 al Tuscolano. De Pau era il collettore degli affari trasversali passanti dalle tifoserie calcistiche, capeggiate da Fabrizio Piscitelli al riciclaggio ed all’acquisto di locali ed attività commerciali.

La banda di ottantaquattro persone legata ai Senese di Afragola è stata smantellata ieri mattina all’alba dai carabinieri del nucleo investigativo di via in Selci. De Pau si era dato latitante per sfuggire alle ricerche dei Carabinieri, ma all’alba di oggi l’uomo è stato rintracciato e portato in arresto.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-11-2022


CiccioGamer89, lo youtuber denunciato per evasione fiscale

Umberto Bossi: in ospedale dopo un malore