Cloe Bianco, non sarebbe mai stata demansionata, sono solo notizie travisate da una stampa disonesta. La rabbia della direttrice Palumbo.

Non si è mai trattato di demansionamento quindi, per Cloe Bianco, insegnante transgender morta suicida. Questo almeno è quanto afferma la direttrice del complesso scolastico in cui la Bianco esercitava il suo lavoro. A parlare è infatti Carmela Palumbo, la preside dell’ufficio scolastico regionale del Veneto.

La Palumbo avrebbe inviato un dossier, all’indirizzo del Ministero dell’Istruzione, in relazione alla carriera della prof. Bianco, morta suicida lo scorso 10 Giugno.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’intervista

Nell’ambito di un’intervista per il Corriere della Sera, la Palumbo avrebbe dichiarato che Cloe Bianco, non è mai stata demansionata, ne che la scuola l’abbia allontanata. La Palumbo è un fiume in piena ed accusa la stampa, di aver travisato e filtrato malamente, delle notizie di focale importanza, gettando ombre codarde e false, su gente innocente. Secondo la direttrice quindi, la stampa non avrebbe fatto altro che strumentalizzare il suicidio, collegandolo a fatti avvenuti ben sette anni prima.

Polizia
Polizia

Resta comunque il fatto che Cloe fu oggetto di almeno tre procedimenti disciplinari in sette mesi, tra il novembre 2015 e il giugno 2016.

“Nessuno mai contestò la sua scelta di fare coming out, bensì le modalità con le quali lo mise in atto, che all’epoca furono considerate un pò troppo frettolose, non lasciando al preside il tempo di preparare adeguatamente studenti e personale. Il secondo procedimento fu per delle frasi inopportune rivolte ad alcuni studenti e si chiuse con un’archiviazione. Riguardo al terzo, non era mai emerso finora, e riguarderebbe un giorno di sospensione perché la professoressa indossava a scuola abiti femminili. Comunque sia, spetta al ministro trarre dei giudizi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-06-2022


Bassetti aggredito ed accusato: “Ha ucciso gli italiani con i vaccini”

Omicidio Yara. Bossetti continua a definirsi innocente