Codice ID Telepass: cos'è, come si ottiene e dove si trova

Codice ID Telepass: cos’è, dove si trova e come si ottiene

La sequenza alfanumerica è necessaria per la registrazione al sito di Telepass al momento della sottoscrizione di un nuovo contratto.

Il pagamento del pedaggio autostradale può essere effettuato sia in contanti sia tramite strumenti telematici. Quest’ultima soluzione comprende diverse modalità di pagamento, la più diffusa delle quali è certamente il Telepass.

Cos’è il codice ID Telepass

Il codice ID Telepass è un codice alfanumerico formato da 16 caratteri (sia lettere che numeri); come si apprende dal sito ufficiale Telepass, esso viene generato nel momento in cui un nuovo utente stipula un contratto. Successivamente alla fase di sottoscrizione, viene comunicato al cliente; in genere via posta elettronica oppure viene consegnato presso la residenza indicata sul contratto tramite il servizio postale.

Dove si trova il codice ID Telepass e a cosa serve

Il codice ID per Telepass si trova anzitutto nelle comunicazioni inviate all’utente (posta cartacea o elettronica) al momento della sottoscrizione dell’abbonamento Telepass. Inoltre, il codice è riportato anche su tutte le fatture emesse, così come sui riepiloghi di addebito. Nel caso in cui non si riesca a recuperarlo né dal contratto né dalle fatture, è possibile rivolgersi al Call Center della Telepass telefonando al numero 840 043 043.

Il codice è molto importante, poiché è una delle credenziali necessarie a completare la procedura di registrazione sul sito ufficiale Telepass. Per l’accesso successivo alla registrazione, invece, bastano soltanto l’username e la password impostate in precedenza.

In fattura, il codice si trova riportato nella colonna sinistra della tabella di riepilogo, sotto la dicitura ‘codice cliente‘ e sopra il riquadro che contiene gli estremi di identificazione del pagamento (numero della fattura e data di emissione); a destra, invece, viene indicato l’istituto bancario che ha effettuato il pagamento.

Il codice cliente Telepass (che non va confuso con la sequenza numerica che identifica il dispositivo incluso nell’abbonamento) serve anche ad inoltrare specifiche richieste all’azienda tramite il sito www.telepass.com da parte di utenti non registrati. Nell’apposito form è necessario inserire il codice o la targa del veicolo associato al Telepass, oltre al codice fiscale dell’intestatario dell’abbonamento. Dopo aver selezionato dal menu a tendina l’opzione più pertinente per la propria richiesta (relativa al contratto, alla fatturazione o altro), da un secondo menu (‘dettaglio’) va selezionata una voce più specifica e da un terzo l’oggetto della richiesta; è inoltre possibile allegare un messaggio nell’apposito campo di testo o allegare un file. Una volta inserito correttamente anche il codice di sicurezza generato automaticamente, si può inoltrare la richiesta.

Telepass
Fonte foto: https://www.facebook.com/telepass/

Come risalire al codice ID Telepass

L’ID Telepass, come detto, viene riportato sulle fatture. A tal proposito, è bene ricordare che, a partire dal primo gennaio 2019, è entrato in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica che “si applica sia alle fatture emesse a soggetti IVA, sia a quelle per i consumatori finali“, come riporta il portale ufficiale dell’azienda.

Le fatture elettroniche vengono trasmesse all’utente mediante l’SDI (il Sistema di Interscambio) dell’Agenzia delle Entrate; per il recapito è necessario l’indirizzo di una casella PEC (Posta Elettronica Certificata) o un Codice Destinatario. Gli utenti che hanno già sottoscritto un contratto di abbonamento con Telepass prima della data del primo gennaio 2019, devono comunicare l’indirizzo PEC o il Codice attraverso l’apposita l’Area Riservata personale del sito dell’azienda.

Chi non ha ancora completato la procedura, può consultare le proprie fatture – sempre in formato elettronico – sul sito dell’Agenzia delle Entrate, accessibile previo l’inserimento delle credenziali (codice fiscale, password e PIN) mentre su quello della Telepass verrà prodotta una ‘fattura di cortesia‘ senza alcuna validità a fini fiscali. Inoltre è possibile fare richiesta anche per continuare a ricevere una copia cartacea della fattura.

Un altro modo per recuperare il codice ID Telepass è contattare via telefono il Call Center al numero 840 043 043 (per chi telefona da un paese estero, il numero è +39 0555104219), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00 e il sabato dalle 8:00 alle 17:00.

Una volta aperta la comunicazione con un operatore, basterà fornire gli estremi di identificazione dell’intestatario dell’abbonamento e del veicolo associato per ottenere l’invio del codice. Questa procedura può essere particolarmente utile per chi, a causa di specifiche esigenze fiscali, ha bisogno di certificare le spese sostenute per i pedaggi autostradali prima del periodo di fatturazione, che con Telepass è a cadenza trimestrale, a meno che l’addebito non sia su un conto Banco Posta (fatturazione mensile).

I servizi Telepass

L’abbonamento Telepass consente di accedere ad una vasta gamma di servizi, oltre alla possibilità di pagare i pedaggi autostradali in maniera molto più pratica e veloce del solito.

A seconda del tipo di abbonamento sottoscritto, con Telepass è possible anche pagare il rifornimento di carburante e le tariffe di parcheggio, sia all’interno delle aree pubbliche delimitate dalle strisce blu sia all’interno di strutture adibite alla sosta dei veicoli. Per fare ciò è necessario scaricare l’applicazione Telepass, disponibile sia su Google Play sia su App Store.

Ad aprile 2018 è stato lanciato anche il ‘Telepass Europeo‘, a seguito del raggiungimento di un accordo tra i gruppi di Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Il servizio si è così affiancato a quello già esistente ma utilizzabile solo per i camion, con la differenza che l’accordo per i mezzi pesanti coinvolge anche Belgio, Polonia e Austria. Con il Telepass Europeo non solo è possibile pagare i pedaggi autostradali anche nei paesi esteri aderenti all’accordo ma anche pagare il parcheggio.

In generale, l’abbonamento base con Telepass consente anche di pagare l’ingresso nell’Area C e il pedaggio sui traghetti, il tutto senza costi aggiuntivi rispetto alle tariffe standard applicate dalle società che gestiscono i vari servizi utilizzati. Il costo di attivazione è di 1.26 euro al mese. Una volta stipulato il contratto, il cliente riceve il dispositivo elettronico che – al passaggio attraverso il casello – registra i dati necessari alla fatturazione. Il dispositivo non viene venduto da Telepass ma semplicemente ceduto in locazione per 3.75 euro al mese.

Con Telepass Premium (al costo di 1.50 euro in più al mese) è possibile usufruire anche del soccorso stradale gratuito mentre chi sottoscrive un abbonamento Telepass Twin può associare un secondo dispositivo ad un abbonamento Premium; il costo del servizio è di 2.10 euro al mese.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/telepass/

ultimo aggiornamento: 26-06-2019

X