A differenza delle auto della altre casa, non basta presentarsi al concessionario e pagare per acquistare una Ferrari.

Il sogno di molti appassionati di automobili è quello di poter acquistare e guidare una Ferrari. Un vero e proprio mito a quattro ruote, uno status symbol più che un’automobile. Immaginate di vincere alla lotteria e di potervi all’improvviso permettere di realizzare questo sogno, pensate che basti andare in un concessionario, scegliere e compare la Ferrari che più vi piace? No, non è così. Avere la disponibilità economica necessaria non è infatti l’unico requisito necessario per acquistare un bolide della casa di Maranello, ci sono una serie di regole che bisogna seguire. Vediamo allora come si fa ad acquistare una Ferrari.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Come comprare una Ferrari: le regole

Nel caso in cui nel vostro garage non abbiate già altre Ferrari, sarà impossibile per voi acquistare i modelli più esclusivi, come per esempio La Ferrari. Questo indipendentemente dal vostro patrimonio personale.

Ferrari
Ferrari

La casa del Cavallino, infatti, da sempre applica una particolare politica di vendita che fa sentire i ferraristi di tutto il mondo come in una sorta di club esclusivo. I modelli limitati, quelli più costosi (in genere sopra al milione di euro), possono essere infatti acquistati solamente da chi è già cliente e possiede altri modelli.

In questo modo vi è una sorta della clientela, questo perché la casa di Maranello ha anche una black list di persone che, per via dei propri comportamenti, non possono più acquistare dei modelli di Ferrari.

Acquistare una Ferrari: perché non tutti possono?

Creando questa sorta di club esclusivo di clienti, questo programma fedeltà, i collezionisti di questi bolidi a quattro ruote saranno invogliati ad acquistare un nuovo modello quando esce per non perdere lo status acquisito di cliente privilegiato.

Ma l’obiettivo principale della Casa di Maranello è quello di far così crescere il valore delle proprie auto e del proprio marchio: una politica, questa, che sta portando a grandi risultati e che ha contribuito a far crescere il mito della Ferrari.

Black list Ferrari: chi non può più comprarne una

Vi abbiamo accennato in precedenza all’esistenza di una sorta di black list della Ferrari, ovvero un elenco di persone che per motivi diversi non possono più acquistare altri modelli della casa di Maranello.

Ma come si finisce in questa lista di clienti non graditi? Le cause possono essere molte. Il rapper 50 Cent, per esempio, ha reso una serie di dichiarazioni pubbliche poco lusinghiere nei confronti della casa di Maranello dopo aver avuto dei problemi con la sua Ferrari 488: una cattiva pubblicità che lo ha fatto finire all’interno di questa lista.

Justin Bieber non è invece più un cliente gradito perché, nel 2016, ha parcheggiato e poi dimenticato per diverse settimane la sua 458 Italia al Montage Hotel di Beverly Hills. Un abbandono del veicolo e un poco amore dimostrato verso il Cavallino che non è piaciuto alla Casa di Maranello. I vip che non possono comprare Ferrari sono davvero tanti.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-05-2022


F1, Haas, Steiner: “Mick Schumacher? Non ho ancora parlato con lui”

F1, Red Bull, Marko: “Gli incidenti di Sainz costano alla Ferrari”