Come è andata la prima giornata di riaperture per le regioni ‘in giallo’. Cinema, ristoranti e calcetto le attività preferite.

ROMA – Dopo diverse settimane di chiusure, le regioni in giallo hanno vissuto una prima giornata di riaperture caratterizzata anche da un clima mite che ha spinto diverse persone in strada. E’ stata una ripartenza soft anche perché si è trattato di un giorno lavorativo, ma non sono mancate persone che hanno deciso festeggiare le riaperture con un pranzo o con una cena fuori insieme ad amici.

Una boccata d’aria per tutte le attività soprattutto quelle della ristorazione. Per loro la speranza è quella di poter contare sul clima almeno fino a giugno quando, al momento, è prevista la riapertura anche all’interno dei locali.

A Milano al cinema all’alba, riparte anche il calcetto

A Milano all’alba tutti al cinema. Dopo sei mesi di chiusura, il Beltrade ha deciso di riaprire alle 6 del mattino con la proiezione di un capolavoro come Caro Diario di Nanni Moretti. E la risposta è stata molto importante. Subito dopo il termine del coprifuoco, i primi spettatori sono arrivati per entrare nella struttura oppure per acquistare un biglietto per la giornata. Una prima esperienza che si è conclusa con il sold out e un buon segnale in vista del futuro.

L’altra ripartenza dopo mesi di stop è stata quella del calcetto. In molti hanno prenotato il campo per una partita e la risposta degli amatori è stata in linea con le aspettative dei gestori. Si temeva che la paura per i contagi potesse tenere gli appassionati alla larga da campo verde e pallone, invece gli appassionati hanno risposto presente, hanno giocato e hanno prenotato il campo per la settimana.

Cinema
Cinema

Regge il sistema trasporti

Il sistema trasporti non ha registrato particolari problemi anche perché non tutte le scuole sono riuscite a rispettare, almeno in questa prima parte di ripartenza, le indicazioni date dal Governo. Lo stress test continuerà nei prossimi giorni ed è alto il rischio di dover fare i conti con delle difficoltà.

Ristoranti, qualcosa si muove nella prima giornata di riaperture

Qualcosa si muove anche per quanto riguarda il mondo della ristorazione. A Roma molti dei locali che hanno riaperto nelle zone del Centro o comunque della movida, hanno servito un buon numero di persone. Ovviamente niente pienone, ma di lunedì sera e con coprifuoco alle 22.00 era impensabile fare il tutto esaurito.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 26-04-2021


Covid, come curarsi a casa: le linee guida aggiornate

Variante indiana, indagine epidemiologica su comunità sikh nella Provincia di Latina