Se siamo alla ricerca di basi per il karaoke esiste una interessante App che riesce a trasformare qualsiasi canzone separando la voce dalla base.

Moises è una applicazione in grado di separare le tracce vocali da quelle strumentali per creare remix, sample o mashup, ma anche usarle come basi karaoke, o sfruttarle a scopi educativi.

Installiamo Moises e creiamo un account

L’installazione è completamente gratuita ma ci sono alcune limitazioni relative alla versione free dell’app.
Possiamo lavorare su un massimo di cinque tracce al mese, della durata di cinque minuti ciascuna e la fruibilità di alcuni strumenti viene limitata al primo minuto di ogni traccia.

Come prima cosa, scarichiamo l’applicazione, disponibile per Android e iOS

Una volta aperta, l’applicazione ci chiederà di registrarci.
Possiamo farlo con Facebook, Google, Twitter oppure, se non vogliamo usare profili già esistenti, utilizzare l’email.

Carichiamo i brani da trasformare

Cliccando sul tasto “+” possiamo caricare nuovi brani tramite URL, attingendo dal nostro servizio di cloud, o a partire dai file presenti sul dispositivo. Se stiamo usando dispositivi iOS, possiamo anche utilizzare l’app Musica.  
I formati supportati includono MP3, WAV, FLAC, M4A, MOV e WMA.

Importare brani con l’URL

Basterà copiare l’URL da un sito web come Youtube, Vimeo, SoundCloud e poi incollarlo nello spazio apposito.
Facciamo clic su “Elabora media” per caricarlo.

Importare brani con l’app Musica

Semplicemente clicchiamo sul brano che desideriamo importare.

Importare brani presenti sul cloud o sul dispositivo

Possiamo usare Dropbox, Google Drive, Mega, iCloud, OneDrive ecc., accedendo con le nostre credenziali e cliccando sul file prescelto. Lo stesso meccanismo avviene con il file manager del nostro dispositivo: cerchiamo il brano e lo selezioniamo.

Come separare le tracce e ottenere la nostra base karaoke

Dopo aver caricato il brano, possiamo scegliere tra tre opzioni: separazione a 2 tracce (vocale e strumentale); a 4 tracce (voce, batteria, basso e altro); a 5 tracce (voce, batteria, basso, tastiera e altro).
Le prime due opzioni sono gratuite, mentre per la separazione a 5 tracce abbiamo bisogno della versione premium.

A questo punto clicchiamo su “Invia” per dare il via all’esportazione.

Riprodurre il brano

Una volta pronto, troviamo il nostro brano nella libreria.
Clicchiamoci su per riprodurlo, In alto a destra troveremo la voce “modifica” da dove potremo decidere quale brano cancellare e quale conservare.

Quando la canzone è in riproduzione, in alto vedremo scorrere gli accordi in tempo reale. Per la versione free, questa funzione è limitata al primo minuto di riproduzione.

Sotto agli accordi, troveremo i controlli di ogni traccia che abbiamo separato, a seconda dell’opzione scelta: voce, strumentale e altro.
Possiamo decidere se mutarla, alzarne o abbassarne il volume e così via..
Nel caso volessimo tornare alla versione originale, basterà fare clic su “ripristina impostazioni”, al centro dello schermo.

Nella parte in basso della pagina troviamo il tasto play/pausa; uno slider per andare avanti e indietro, e due tasti appositi per skippare 30 secondi o tornare indietro di 10.

Possiamo anche effettuare aggiustamenti di tempo (cliccando sul metronomo in basso a sinistra), o di tono (cliccando sul forcone in basso a destra).

Salvare tracce separate e condividerle

Cliccando sul tasto in alto a destra, possiamo scegliere se salvare la singola traccia o l’intero brano, scegliendone il formato.

basi karaoke moises

Una volta pronto, possiamo condividere il file ai nostri amici.

Fonte foto: pexels.com/photo/black-headset-hanging-on-black-and-gray-microphone-185030/


Come fare chiamate WhatsApp da computer

Giochi gratis: Google ne ha decine “nascosti”