Fedez accusa la Rai di censura e pubblica il video della telefonata con i vertici: “Contesto non adatto, si adegui a un sistema”.

Il concertone del primo magio passerà alla storia come tappa simbolica nell’emergenza Covid e farà discutere a lungo per lo scontro tra Fedez e Salvini e tra lo stesso artista e la RAI, che ora si trova al centro delle polemiche con l’accusa di aver censurato il cantante, che dal palco dell’Auditorium ha bacchettato il premier Draghi e ha attaccato senza giri di parole la Lega di Salvini.

Fedez accusa la RAI: “Il contenuto di questo intervento è stato definito inopportuno dalla vicedirettrice di Raitre”

Il rapper ha pubblicamente accusato i vertici della RAI facendo sapere di aver dovuto lottare per difendere il suo intervento che, accusa Fedez, non avrebbe convinto la direttrice di RAITRE.

“Ovviamente da persona libera mi assumo tutta la responsabilità di ciò che dico e faccio. Il contenuto di questo intervento è stato definito inopportuno dalla vicedirettrice di Raitre. È stata prima volta che mi è successo di dover inviare il testo del mio intervento”.

Fedez
Fedez

Il comunicato della Rai: accuse false

Quella di Fedez è evidentemente un’accusa durissima, un’accusa di censura. E la RAI è corsa ai ripari con un comunicato con il quale ha respinto le accuse.

“Rai3 e la Rai sono da sempre aperte al dibattito e al confronto di opinioni, nel rispetto di ogni posizione politica e culturale. È fortemente scorretto e privo di fondamento sostenere che la Rai abbia chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al tradizionale concertone del Primo Maggio, per il semplice motivo che è falso, si tratta di una cosa che non è mai avvenuta. Né la Rai né la direzione di Rai3 hanno mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista del concerto: la Rai mette in onda un prodotto editoriale realizzato da una società di produzione in collaborazione con Cgil, Cisl e Uil, la quale si è occupata della realizzazione e dell’organizzazione del concerto, nonché dei rapporti con gli artisti. Il che include la raccolta dei testi, come da prassi”.

RAI
fonte foto https://www.facebook.com/RaiUfficioStampa

Fedez pubblica il video della telefonata con i vertici RAI

Questione chiusa? Neanche per sogno, perché Fedez ha un asso nella manica che complica e non poco le cose in casa RAI: il video della telefonata con i vertici della rete, che lo invitano in qualche modo ad adeguarsi e ad evitare di fare nomi e cognomi durante il suo monologo sul palco del concertone.

La nota della RAI sul video di Fedez

La RAI ha poi replicato al video con una nuova nota con la quale ribadisce di non aver richiesto né tantomeno preteso alcun tipo di censura: “La direzione di Rai3 conferma di non aver mai chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al concerto del Primo Maggio – richiesta invece avanzata dalla società che organizza il concerto – e di non aver mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista”.

In riferimento al video pubblicato sul suo profilo Twitter da Fedez, notiamo che l’intervento relativo alla vicedirettrice di Rai3 Ilaria Capitani non corrisponde integralmente a quanto riportato, essendo stati operati dei tagli”, prosegue la nota.

Le parole realmente dette sono: “Mi scusi Fedez, sono Ilaria Capitani, vicedirettrice di Rai3, la Rai non ha proprio alcuna censura da fare. Nel senso che… La Rai fa un acquisto di diritti e ripresa, quindi la Rai non è responsabile né della sua presenza, ci mancherebbe altro, né di quello che lei dirà.” […] “Ci tengo a sottolinearle che la Rai non ha assolutamente una censura, ok? Non è questo […] Dopodiché io ritengo inopportuno il contesto, ma questa è una cosa sua“.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 02-05-2021


2 maggio 2011, Osama bin Laden viene ucciso in Pakistan

La capsula Crew Dragon Resilience di SpaceX fa ritorno sulla Terra, ammaraggio riuscito