Il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa il giorno dopo il Consiglio dei Ministri che ha portato all’approvazione del dl Semplificazioni.

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte parla in conferenza stampa il giorno dopo il lungo Consiglio dei Ministri che ha portato all’approvazione salvo intese del decreto Semplificazioni.

Come detto e ripetuto nei giorni scorsi, per il premier si tratta della madre di tutte le riforme, la pietra d’angolo per la ripresa e il rilancio del Paese.

Di seguito il video della conferenza stampa del premier Conte.

Dl Semplificazioni, la conferenza stampa del Premier Giuseppe Conte

In conferenza stampa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato l’approvazione in Cdm del decreto Semplificazioni.

Abbiamo approvato in Cdm il decreto sulle Semplificazioni e l’innovazione digitale […]. Il decreto sblocca una volta per tutti i cantieri e sburocratizza il Paese. Questa riforma è il trampolino di lancio per la ripresa del paese. Oggi il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione è un percorso ad ostacoli […]. Noi vogliamo cambiare lo stato delle cose. Alziamo il limite di velocità dell’Italia ma rafforziamo anche i presidi del controllo della legalità, gli autovelox […]. Voglio ringraziare tutti i ministri per il lavoro che è stato fatto”.

Cosa prevede il decreto semplificazioni

Il premier ha poi ripercorso a grandi linee quelle che sono le novità più importanti del decreto Semplificazioni

Avremo gare di appalto più semplici e veloci. Niente gare, affidamento diretto per appalti inferiori ai 150.000 euro […]. Sopra la soglia europea (5 milioni) resta la gara ma più rapida […]. Non serve necessariamente nominare un commissario, ma in caso di complicazioni si potranno nominare commissari“, ha dichiarato Conte.

Per quanto riguarda i funzionari pubblici, ci saranno più rischi per il funzionario che tiene fermi procedimenti e opere. Ad oggi il funzionario che fa carriera è quello che non firma, chi lo fa rischia. Noi dobbiamo ricacciare via la paura della firma, i funzionari pubblici devono sbloccare opere […]. Si tratta di un incentivo ad operare e ad operare correttamente”.

Per il reato di abuso di ufficio, che assolutamente non aboliamo, pretendiamo che ci sia la violazione di specifiche regole di condotta affinché scattare il reato di abuso di ufficio”.

Il premier ha poi passato in rassegna gli altri punti del dl Semplificazioni, che interessa anche il mondo dell’edilizia e della Green Economy.

Di seguito il comunicato diffuso da Palazzo Chigi al termine del Consiglio dei Ministri del 6 luglio.

Giuseppe Conte
16/05/2020 Roma – conferenza stampa Presidente del Consiglio dei Ministri / foto Alessandro Serrano’/Pool/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Le opere

Nel corso della conferenza stampa il premier Conte ha anche elencato alcune delle opere strategiche che saranno avviate in tempi brevi.

Ieri in Cdm abbiamo approvato l’elenco di 130 opere strategiche individuate dal Mit. A queste aggiungiamo anche quelle di competenza di altri ministeri. Andremo a realizzare alcune di queste opere come l’alta velocità Pescara-Roma e Pescara-Bari, la Gronda, l’ampliamento della Salaria e della Pontina, commissarieremo nove dighe sarde, in Lombardia realizzeremo le varie opere per le Olimpiadi“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Coronavirus, Speranza sospende i voli dal Bangladesh

Oms, Biden risponde a Trump: “Torneremo il primo giorno della mia presidenza”