Confermato il primo caso di Vaiolo delle Scimmie nelle Marche. A diffondere la notizia, il virologo Stefano Menzo.

La conferma è stata diffusa solo ieri, nell’ambito del Laboratorio di Virologia degli Ospedali Riuniti di Ancora, luogo dove è stata espletata l’analisi molecolare sul “liquido delle vescicole in stato ulcerativo” nei confronti del soggetto risultato infetto al Monkeypox, ergo al Vaiolo delle Scimmie. “Si tratta di un uomo italiano” dettaglia Menzo, il direttore della struttura.

Tampone
Tampone

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le condizioni dell’uomo infetto

Stando ai media locali, l’uomo infetto (42) sarebbe in discrete condizioni di salute. L’uomo però non ha uno storico di viaggi ultimi presso i Paesi endemici e non era vaccinato contro il vaiolo. Durante una visita ambulatoriale presso l’Area Vasta 5, sono state notate delle lesioni cutanee sospette e un ingrossamento dei linfonodi. Il campione è arrivato dal reparto di Malattie Infettive dell’ospedale di Ascoli Piceno nella giornata di ieri.
Si tratta del primo caso confermato nelle Marche dopo una decina di casi sospetti, “la maggior parte pediatrici, nessuno però è stato confermato” sottolinea Menzo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-07-2022


Zuppi: “Ius scholae? Serve un approccio umanitario, realistico”

De Luca: “Covid? Siamo primi per positivi, l’autunno sarà delicato”