Un consigliere comunale è stato arrestato in provincia di Sassari perché in possesso di droga e oltre 45mila euro in contanti.

ANELA (SASSARI) – Un consigliere comunale di Anela, in provincia di Sassari, è stato arrestato nelle prime ore di mercoledì 29 settembre 2021 perché trovato in possesso di un chilo di cocaina purissima e oltre 45mila euro in contanti. Sono in corso tutte le indagini per ricostruire meglio l’accaduto e provare a capire il motivo della presenza della sostanza stupefacenti e di questi soldi.

L’uomo è stato portato in carcere e nelle prossime ore sarà ascoltato ancora una volta dagli inquirenti e solo in quel momento si avranno delle risposte più certe. Resta comunque il massimo riserbo almeno fino a quando non si hanno delle certezze sull’accaduto.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Il fermo

L’arresto è scattato nelle prime ore di mercoledì 29 settembre 2021. Dalle prime informazioni riportate dall’Ansa, l’uomo era a bordo della sua vettura e la polizia lo ha fermato subito dopo il sorpasso ad un trattore. Durante il controllo, gli inquirenti hanno visto un po’ di nervosismo dell’uomo e da qui la decisione di fare la perquisizione dell’auto.

Sul lato passeggero sono stati rinvenuti i tre involucri con droga e soldi. I punti da chiarire sono diversi e per questo motivo si preferisce non escludere nessuna ipotesi. Sicuramente l’interrogatorio sarà fondamentale per acquisire meglio il motivo della presenza della droga.

Auto polizia
Auto polizia

Le indagini

Le indagini sono in corso e gli inquirenti preferiscono non escludere, almeno al momento, nessuna ipotesi. Dalle prime informazioni, la droga era diretta al mercato del Sassarese, ma non è ancora chiaro dove è stata acquistata la sostanza stupefacenti.

Gli inquirenti si starebbero concentrando sulla piazza di Cagliari, ma non sono note altre informazioni su questa vicenda e si preferisce mantenere il massimo riserbo almeno fino a quando non si hanno delle prove certe.

ultimo aggiornamento: 29-09-2021


Altri tre morti sul lavoro: due operai morti in cantiere, uno investito sulla A14

Fabrizio Corona, la Cassazione annulla il provvedimento del Tribunale di Sorveglianza