Consiglio Europeo 23 aprile 2020, fumata bianca sul Recovery Fund

Fumata bianca sul ‘Recovery Fund’. Conte: “Importante risposta europea”

Al Consiglio Europeo è stato trovato l’accordo sul ‘Recovery Fund urgente’.

ROMA – Fumata bianca al Consiglio Europeo sul ‘Recovery Fund’ urgente. Il premier Conte è riuscito ad ottenere il via libera degli altri leader con l’Ue che è pronta a mettere a disposizione degli Stati membri una cifra pari a 1.500 miliardi oltre dei prestiti a fondo perduto.

Giuseppe Conte in conferenza stampa: “Tappa importante nella storia europea”

Subito dopo la fine del Consiglio Europeo il premier Conte ha rilasciato delle brevi dichiarazioni in conferenza stampa: “E’ stata una tappa importante nella storia europea. Tutti abbiamo accettato introdurre uno strumento innovativo, il Recovery Fund, per reagire a questa emergenza sanitaria, sociale ed economica. Sarebbe un fondo per la ripresa con titoli comuni europei che andrà a finanziare tutti i Paesi più colpiti, tra cui l’Italia”.

In diretta da Palazzo Chigi

Pubblicato da Giuseppe Conte su Giovedì 23 aprile 2020

E’ passato anche il principio che è uno strumento urgente – ha concluso il primo ministro – la nostra iniziativa con la lettera firmata dagli altri otto Paesi è stata molto importante per ottenere questo strumento. Ci auguriamo che possa rendere la risposta europea molto più solida e molto più coordinata“.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte (fonte foto: https://www.facebook.com/GiuseppeConte64)

Conte su Facebook: “Il prossimo 6 maggio la Commissione presenterà un Recovery Fund”

In un altro post sui social il premier ha annunciato anche i prossimi passaggi per mettere a disposizione degli Stati più colpiti questi prestiti: “La Commissione – si legge – lavorerà in questi giorni per presentare già il prossimo 6 maggio un Recovery Fund che dovrà essere di ampiezza adeguata e dovrà consentire soprattutto ai Paesi più colpiti di proteggere il tessuto socio-economico”.

“Sono stati fatti progressi impensabili fino a poche settimane fa. I 27 Paesi riconoscono la necessità di introdurre uno strumento innovativo, da varare urgentemente, per assicurare una ripresa europea che non lasci indietro nessuno”.

Grandi progressi, impensabili fino a poche settimane fa, all’esito del Consiglio Europeo appena terminato. Un lungo…

Pubblicato da Giuseppe Conte su Giovedì 23 aprile 2020

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 24-04-2020

X