L’ex Presidente del Consiglio non ha apprezzato le parole di Beppe Grillo nei suoi confronti. Conte è pronto a sancire la rottura definitiva con il Movimento 5 Stelle.

Giuseppe Conte è vicino allo strappo definitivo con il Movimento 5 Stelle: le scuse di Beppe Grillo potrebbero in qualche modo mettere una toppa, ma l’ex Presidente del Consiglio sarebbe tentato di lasciare la barca e iniziare una nuova avventura alla guida di un suo partito.

Grillo ha fatto saltare il banco

Le parole di Beppe Grillo ai parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno fatto rumore e inevitabilmente hanno fatto il giro dei giornali e della rete. Il Garante del MoVimento ha ridimensionato Conte, uomo di punta dello schieramento pentastellato. L’uomo che il MoVimento ha voluto per ben due volte alla guida del governo. L’uomo forte in grado di risollevare le sorti di una realtà politica in lento declino, come confermato dai sondaggi.

Eppure Grillo non ha steso il tappeto rosso davanti ai piedi di Conte. Ha voluto rimarcare la distanza, i punti discordanti. L’ex premier non si è fatto le ossa nelle piazze, non è un visionario, non sa cosa sia il Movimento 5 Stelle. Beppe Grillo sì. Il concetto trasmesso da Grillo è chiaro: non è il Movimento ad aver bisogno di Conte, ma Conte ad aver bisogno del Movimento. Un punto di vista rispettabile ma che oggettivamente sembra distante dalla realtà.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Beppe Grillo Movimento 5 Stelle
Beppe Grillo

Conte vuole le scuse di Grillo

Conte non si aspettava un attacco frontale di questo livello. Evidentemente è consapevole de problemi con Grillo e del fatto che lo statuto da lui presentato non sia stato condiviso dal Garante. Ma non si aspettava un attacco. Non di questo livello almeno. E in base alle indiscrezioni che circolano, l’ex Presidente del Consiglio ora vuole le scuse di Beppe Grillo, possibilmente pubbliche. E non è detto che questo basti a ricucire lo strappo che molti considerano ormai insanabile. Dopo il blitz di Grillo i big del Movimento 5 Stelle sono scesi in campo provando a veicolare i dialoghi per arrivare ad una pace, ma Conte considererebbe ormai impossibile e impraticabile una convivenza con Beppe Grillo.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Il nuovo partito dell’ex premier potrebbe affondare il Movimento 5 Stelle

Da qui l’ipotesi del partito di Giuseppe Conte, una mossa che potrebbe affossare definitivamente il Movimento 5 Stelle. Molti uomini di spicco del MoVimento devono tanto a Grillo e devono tanto a Conte. Sono divisi. Prendere una posizione potrebbe essere quantomeno complicato. Per l’elettorato il discorso dovrebbe essere più semplice. Parte degli elettori grillini dovrebbero migrare verso il nuovo partito di Conte, relegando i 5 Stelle ai margini della scena politica.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 26-06-2021


Roma, caos al concorso indetto dal Comune: errore nel testo e prova annullata

Lavoro, sindacati in piazza. Landini: “La sicurezza deve diventare un investimento”