Continuano le indagini sulla scomparsa della giovane Andreea Rabciuc. Predisposto un nuovo sopralluogo al casolare per lunedì.

Predisposto un nuovo sopraluogo nel casolare di Monte Carotto. Si continua ad indagare sulla scomparsa di Andreea Rabciuc, la ragazza di 27 anni di origine rumena, di cui si sono perse le tracce già dal 12 marzo scorso.

Andreea Rabciuc è scomparsa il 12 marzo. L’auto del suo fidanzato Simone è stata analizzata, per scoprire eventuali tracce riconducibili alla scomparsa della giovane ragazza. La procura di Ancona ha predisposto il sopraluogo sul casolare, ed ha inoltre notificato a Simone, unico indagato della vicenda, l’accusa nei suoi confronti.

Simone Grasti, 43 anni, è il fidanzato di Andreea Rabciuc. I due convivevano da poco. L’uomo è accusato di sequestro di persona, ed è anche l’unica persona scritta nel registro degli indagati in merito alla scomparsa di Andreea. Il sopralluogo al casolare è stato predisposto per lunedì mattina. I carabinieri delle squadre cinofile inizieranno l’operazione alle 10.

Ancora una volta verrà perlustrata la zona in cui la ragazza è stata vista viva l’ultima volta: nei pressi della roulotte, nel casolare e nel terreno limitrofo. L’area in questione si trova ancora sotto sequestro dalla magistratura.

Polizia
Polizia

L’avvocato di Simone, Emanuele Giuliani, difende il fidanzato della ragazza dicendo: “E’ una prosecuzione delle operazioni peritali e parteciperemo anche noi con il nostro consulente (ci sarà Andrea Ariola della servizi investigativi di Ancona ndr). Non credo che sia un sopralluogo risolutivo ma vedremo. Le nostre indagini difensive vanno avanti e stiamo raccogliendo elementi”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le analisi sull’auto di Simone Gresti

Oltre alla zona del casolare, gli inquirenti hanno posto sotto sequestro anche l’Audi di Simone Gresti. Le indagini proseguono da parte della pm Irene Bilotta, delle delegate ai militari della Compagnia di Jesi e da parte del Nucleo Investigativo. Una settimana fa, i risultati degli accertamenti disposti all’interno dell’auto di Simone Gresti sono pervenuto alla procura.

Il medico legale Adriano Tagliabracci ha eseguito gli accertamenti, analizzando le tracce biologiche all’interno della vettura, per scoprire se ci fossero tracce di sangue di Andreea Rabciuc. Secondo quanto emerso dalle varie indagini svolte, Simone Gresti avrebbe la patente di guida sospesa per due mesi perché fermato per guida in stato di ebbrezza. La procura aveva già notificato il provvedimento nelle scorse settimane, ma non risulta essere attinente con la scomparsa della giovane.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 30-05-2022


Rosa Fabbiano, silenzio sull’omicidio della madre

Incisa la parola “vergogna” sulla pelle di una bambina