Convegno sul Covid al Senato. Salvini: “Io mi sono rifiutato di salutare con il gomito”.

ROMA – Convegno sul Covid al Senato. Nella giornata di lunedì 27 luglio 2020 a Palazzo Madama è andato in scena una manifestazione per informare sul coronavirus. “Siamo qui – ha detto uno degli organizzatori di questa convention, Armando Siri, citato dall’Ansaper cercare di mettere giù le notizie che abbiamo sulla pandemia […]. C’è stato un momento in cui la libertà è stata contrapposta alla salute, ma si tratta di due diritti fondamentali […]“.

La libertà di pensiero – ha aggiunto Matteo Salvini – è il primo bene a rischio. C’è un fronte che ha un’idea diversa rispetto al mainstream. Io mi sono rifiutato di salutare di gomito. Se uno mi allunga la mano, mi autodenuncio, gli do la mano“.

Bocelli: “Riapriamo le scuole”

All’incontro era presente anche Andrea Bocelli che in questa emergenza ha contratto il virus: “Durante il lockdown ho cercato di immedesimarmi con chi doveva prendere decisioni difficili, ma poi le cose non sono andate bene. Non ho mai conosciuto nessuno che fosse andato in terapia intensiva, perché questa gravità? Mi sono sentito umiliato e offeso per il divieto di uscire di casa. E ammetto di non averlo rispettato. Per me le scuole vanno riaperte. Ho chiamato Salvini, Renzi e Berlusconi per fare un fronte trasversale tutti insieme […]“.

An Milano 30/04/2014 – festa-concerto a un anno dall’Expo / foto Andrea Ninni/Image nella foto: Andrea Bocelli

Sgarbi: “Chiediamo un’audizione parlamentare”

Intervento anche di Vittorio Sgarbi: “Con questa riunione chiediamo un’audizione parlamentare per ascoltare le persone presenti in questo convegno. Dobbiamo dare voce a tutti i medici che non sono stati ascoltati. Le verità sono diverse […]. Esiste un rapporto ufficiale del governo tedesco che definisce il virus come un falso allarme globale. Da due mesi in Italia non c’è un morto di Covid. Anche dire che il Brasile è in emergenza è falso. Serve un manifesto della verità“.

Zangrillo: “Dal 31 maggio il virus è clinicamente inesistente”

In collegamento anche il Professor Zangrillo: “Ho già detto che dal 31 maggio il virus è clinicamente inesistente e questa mia affermazione è condivisa da molti colleghi. Forse ho sbagliato i toni con cui l’ho detto e chiedo scusa, ma finora nessuno è riuscito a confutare le mie parole“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
convegno anti-covid coronavirus Matteo Salvini News politica

ultimo aggiornamento: 28-07-2020


Recovery fund, si ragiona sul piano di investimenti. Ma cresce la tensione sul Mes

Caso migranti, l’emergenza è anche politica. Conte non si espone, Salvini (ri)prende spazio