Alla Cop26 è stata decisa una strategia per abbassare i prezzi dell’auto elettrica. Ecco tutti i dettagli.

ROMA – Una strategia per abbassare i prezzi dell’auto elettrica. Secondo quanto riportato da La Repubblica, alla conferenza di Glasgow si è deciso di adottare un piano per preciso per sostenere questo nuovo settore e l’idea principale è quella di mettere in campo degli incentivi.

Bisogna precisare che in questi incontri non si è entrati nei dettagli, ma nei prossimi mesi i leader europei potrebbero decidere di adottare un progetto unico per consentire alle auto elettriche di fare un ulteriore step e avvicinare il vero obiettivo di questo incontro: arrivare ad emissioni zero entro il 2050.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La crescita delle auto elettriche

E’ un periodo sicuramente di continua crescita per le auto elettriche. Nell’ultimo periodo i numeri sono in forte aumento delle vendite e il piano messo in campo in questa conferenza è di aiutare il settore con degli incentivi dedicati a questo mercato.

Nelle riunioni non si è ancora entrati nei dettagli. Sicuramente nei prossimi mesi si potranno avere ulteriori informazioni su questo piano e l’obiettivo resta quello di poter raggiungere a breve tempo anche se non sarà un compito semplice visti i diversi ostacoli da superare in questi ultimi anni.

Targa verde auto elettriche
Targa verde auto elettriche

Obiettivo emissioni zero entro il 2020

Incentivare le auto elettriche potrebbe facilitare a raggiungere l’obiettivo delle emissioni zero entro il 2050. Su questo punto bisogna precisare che non c’è ancora un accordo tra i Paesi e sicuramente nei prossimi mesi si proverà ad arrivare ad una intesa.

Alla conferenza di Glasgow, comunque, il discorso è iniziato e, per questo, ci aspettiamo delle novità importanti nel giro di poco tempo. Il primo passo è stato sicuramente importante ma la strada è lunga e soprattutto ricca di ostacoli da superare in questi anni.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 03-11-2021


Da Baggio a Vidal fino al mondo del cinema: tutti pazzi per la Panda. La storia di un mito

Lagarde: “No a stretta finanziaria”. La Fed lascia invariati i tassi di interesse