Coronavirus a Cremona, lo sfogo dell'infermiere:"Ci risiamo"

Coronavirus a Cremona, lo sfogo dell’infermiere: ‘Pazienti gravi, ci risiamo’

Pazienti gravi per coronavirus a Cremona, lo sfogo social dell’infermiere: “Ci risiamo […]. La maggior parte delle persone ormai pensa al mare o alla montagna”.

Coronavirus a Cremona, ha fatto il giro della rete lo sfogo dell’infermiere che annuncia l’arrivo di nuovi pazienti in gravi condizioni. Si tratta di pazienti Covid.

Coronavirus a Cremona, lo sfogo sui social dell’infermiere

L’infermiere Luca Alini, di fronte alle nuove avvisaglie di un’emergenza coronavirus a Cremona, ha voluto scrivere un lungo messaggio su Facebook nel quale si è sfogato per in incubo che torna a prendere forma.

Di seguito il lungo posto condiviso da Alini sulla sua pagina Facebook all’una di notte dello scorso nove luglio.

Il post, diventato virale, ha diviso gli utenti dei social tra chi ha ringraziato l’infermiere per il lavoro svolto e ha ricondiviso il messaggio e chi invece lo ha accusato di fare allarmismo.

Il messaggio su Facebook

Ci risiamo. Non è mia abitudine farmi dei selfie, né tantomeno pubblicarli su Facebook. Questo l’ho fatto questa sera alle 22 circa, al lavoro. Non è una foto di marzo o di aprile. In reparto abbiamo ricominciato a ricoverare pazienti Covid con gravi insufficienze respiratorie“, recita la parte iniziale del messaggio di Alini.

La maggior parte delle persone ormai pensa al mare, alla montagna, all’aperitivo con gli amici, alla gita del week end. Se qualcuno conosce una persona che ha perso uno dei suoi cari a causa del virus, provi a chiedere cosa ne pensa di tutto ciò, del fatto che ci siano persone che insistono nel continuare a non indossare la mascherina. Provate a chiedere e sentite cosa ne pensano. Nel frattempo, noi continuiamo a fare quello che facciamo sempre, anche se adesso non siamo più eroi o angeli, non abbiamo più alcun titolo onorifico”.

ultimo aggiornamento: 11-07-2020

X