Pechino e l’Oms lanciano l’allarme sul Coronavirus: il peggio potrebbe essere davanti e non ancora alle spalle. La finestra di tempo per contenere l’epidemia si sta chiudendo.

Stando agli ultimi aggiornamenti che arrivano da Pechino e dall’Oms, la sensazione è che l’emergenza Coronavirus sia solo agli inizi e non abbia ancora raggiunto il suo apice. Questo nonostante il consistente numero di contagi e di vittime.

Coronavirus, l’allarme dell’Oms e i rischi che la situazione possa peggiorare

L’allarme più preoccupante arriva proprio dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. La finestra per fermare l’epidemia si sta riducendo. Tradotto, stanno aumentando i rischi che il Coronavirus possa trasformarsi in una pandemia. E i primi indizi arrivano dai casi senza legami accertati con la Cina che stanno interessando diverse zone del mondo.

Laboratorio Coronavirus

La diffusione del Covid-19

Un focolaio è presente anche in Italia, in Lombardia. Si registra un caso in Libano, decessi in Iran, un nuovo picco in Corea del Sud, tanto per fare il riassunto delle notizie degli ultimi giorni.

Vediamo che la situazione sta cambiando“, ha ammesso Sylvie Briand, direttrice del dipartimento Global Preparedness for Infectious Risks. “Non solo aumenta il numero di casi, ma stiamo anche assistendo a diversi modelli di trasmissione in luoghi diversi“.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Pechino, il picco di contagi da Coronavirus non è ancora stato raggiunto

Pechino si allinea con i timori dell’Oms e fa sapere che con ogni probabilità il picco dei contagi da coronavirus ancora non è arrivato.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
coronavirus cronaca evidenza oms pechino primo piano

ultimo aggiornamento: 22-02-2020


Come difendersi dal Coronavirus

Coronavirus, si pensa alla sospensione del trattato di Schenghen (che cos’è)