Coronavirus, il bilancio di giovedì 2 aprile 2020. Il trend in calo: 2.477 i positivi nelle ultime 24 ore. Aumentano i guariti e i decessi.

ROMA – Coronavirus, il bilancio di giovedì 2 aprile 2020. Consueto appuntamento nella sede della Protezione Civile con la conferenza stampa per aggiornare i numeri da coronavirus in Italia. Il trend si conferma ancora in calo con la curva che è ritornata a scendere. Aumentano i guariti anche se c’è un incremento dei decessi.

Coronavirus, il bilancio di giovedì 2 aprile 2020

2.477 i positivi nelle ultime 24 ore. Si tratta di dato percentuale più basso da un mese visto che sono stati fatti cinquemila tamponi in più rispetto a ieri. Parlando di numero, quindi, possiamo dire si è registrato 1 malato ogni 8,5 tamponi fatti con la percentuale dell’11%. Per quanto riguarda la curva complessiva, invece, c’è stato un leggero calo con un 4,2% rispetto al 4,5% di mercoledì.

A preoccupare, invece, è il continuo incremento dei decessi. Nelle ultime 24 ore sono state 760 le morti accertate (33 in più di ieri). Aumentano anche i guariti che con i suoi 1.431 si avvicinano al record registrato qualche giorno fa. Il nuovo appuntamento con la conferenza stampa della Protezione Civile è in programma venerdì 3 aprile 2020 sempre alle 18.

Borrelli Protezione Civile
Angelo Borrelli (fonte foto: https://www.facebook.com/pg/DPCgov)

A Pavia malati curati con il sangue dei guariti

Il lavoro dei medici non si ferma e al Policlinico di Pavia ci sono i primi risultati positivi dei malati curati con il sangue dei guariti. Un trasferimento di plasma ricco di anticorpi che permette al paziente di sconfiggere definitivamente il coronavirus e risultare negativo al tampone.

Fino ad ora sono solamente due le persone che hanno ricevuto con successo questo trattamento. Gli esperimenti continueranno nelle prossime settimane per capire meglio gli effetti di questa cura molto particolare.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 03-04-2020


Coronavirus, dalle aziende ai negozi: il Governo programma la ‘fase 2’

L’incubo del ritorno del coronavirus, nuovo allarme a Wuhan: ‘State a casa’