Coronavirus, colore regioni 4 dicembre: Campania, Toscana in zona arancione, Puglia ed Emilia-Romagna gialle.

ROMA – Coronavirus, colore regioni 4 dicembre. Cambia ancora la mappa in Italia. In rosso resta solo l’Abruzzo (destinata a passare in arancione nelle prossime settimane), mentre retrocedono Toscana, Valle d’Aosta, Campania e Provincia Autonoma di Bolzano.

Passaggio in zona gialla Emilia-Romagna, Friuli, Puglia e Umbria. In queste regioni riaprono i ristoranti fino alle 18. Un numero destinato ad aumentare nelle prossime settimane.

Coronavirus in Italia, le fasce

Andiamo a vedere nel dettaglio le regioni in zona gialla, arancione e rossa in base alle indiscrezioni del monitoraggio del 4 dicembre.

Zona gialla

Veneto, Trento, Lazio, Molise e Sardegna, Liguria, Sicilia, Emilia-Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Marche, Puglia e Umbria

Zona arancione

Basilicata, Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana, Campania

Zona rossa

Abruzzo

Milano coronavirus
Milano coronavirus

Brusaferro: “La curva si è appiattita”

Silvio Brusaferro in conferenza stampa ha fatto il punto della situazione: “L’Italia ha ancora valori piuttosto elevati di incidenza – ha detto il presidente dell’Iss, riportato dall’Ansa quindi il trend è decrescente ma il numero dei nuovi casi positivi è ancora importante. Per l’occupazione dei posti in terapia intensiva e area medica inizia a flettersi. Tuttavia siamo ancora sopra la soglia di emergenza anche se la curva si è appiattita […]“.

In larga parte delle regioni – ha aggiunto – c’è un sovraccarico e un rischio alto. La trasmissione ha raggiunto Rt inferiore a 1 e c’è un calo dell’incidenza, che però rimane elevata. Quindi siamo in una situazione in miglioramento ma di assoluta attenzione […]. Dobbiamo portare tutte le regioni sotto 1“.

Rezza: “Numeri delle terapie intensive saranno ancora alti'”

Gianni Rezza si è soffermato sui dati dei decessi: “I numeri sono ancora alti e potrebbero restare per un certo periodo. Nelle prossime settimane potremo avere un numero rilevante di persone che entreranno in terapia intensiva, sono coloro che si sono infettati nelle scorse settimane“.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
coronavirus cronaca primo piano

ultimo aggiornamento: 05-12-2020


Monitoraggio settimanale ISS, gli esperti: ‘evitare un rilassamento prematuro’

Catania, prete muore a causa di un incendio doloso in una comunità di recupero. Un arresto