Coronavirus, Brusaferro: "Curva decresce in tutte le Regioni"

Brusaferro (ISS), “Curva decresce in tutte le Regioni”

Istituto Superiore di Sanità, Brusaferro sulla circolazione del coronavirus: “La curva decresce in tutte le Regioni”. Dalla prossima settimana i primi dati sulla fase 2.

In occasione del consueto appuntamento settimanale con la stampa, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro ha analizzato i dati disponibili sulla circolazione del coronavirus sul territorio italiano.

Di seguito il video della conferenza stampa.

Brusaferro (ISS), “La curva decresce in tutte le regioni”

Nel corso del suo intervento il Professor Brusaferro ha fatto il punto sull’analisi dei dati dell’epidemia e dell’emergenza coronavirus.

La curva va decrescendo, è un segnale che prosegue. Ci sono regioni con circolazioni ancora a circolazione significativa, altre a media circolazione e altre ancora con scarsa circolazione”.

Il dato ad impronta mostra come stiamo andando verso un numero di contagi molto basso in tutte le Regioni. Per quanto riguarda la letalità i dati sono confermati. Quando andiamo a vedere le cause di morte, la prima causa nella maggior parte dei casi la prima causa sia l’infezione da Covid. C’è un dieci per cento circa (12%) di pazienti per i quali la prima causa del decesso sono altre patologie“.

Silvio Busaferro
Fonte foto: Fonte foto: https://www.facebook.com/MinisteroSalute

L’analisi sui primi giorni della fase 2

“Per quanto riguarda l’allentamento delle misure restrittive e l’inizio della fase 2, non abbiamo ancora dati per valutare l’impatto delle riaperture. Per dati significativi bisognerà attendere la prossima settimana. L’analisi dei dati avviene insieme tra Regioni e cabina di regia. Un tavolo comune che condivide determinati parametri. Dall’analisi settimanale si possono fare vari ragionamenti su come agire”.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 08-05-2020

X