Coronavirus, Giuseppe Conte in conferenza stampa dalla sede della Protezione Civile: “Sarebbe ingiusto se arrivassero limitazioni da parte di Paesi stranieri”.

Dalla sede della Protezione Civile, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha fatto il punto della situazione sull’emergenza coronavirus e sugli effetti sull’economia del nostro paese.

Di seguito il video della conferenza stampa di Giuseppe Conte

Allarme Coronavirus, la conferenza stampa di Giuseppe Conte dalla sede della Protezione Civile

Nella prima parte del suo incontro con la stampa, Giuseppe Conte ha voluto elogiare il sistema sanitario italiano e ha rivolto un messaggio indirizzato agli altri paesi europei. Il rischio è che il nostra Paese venga messo in quarantena dagli altri Stati europei, dove è scattato l’allarme per la diffusione del COVID-19 in un Paese centrale dell’Ue.

“L’Italia, grazie al suo sistema sanitario d’eccellenza e ad una politica sanitaria di massima tutela e rigore, può mandare i suoi cittadini in giro tranquillamente. Questo è il messaggio che vogliamo mandare all’Unione Europea e al mondo”.

“Sarebbe ingiusto che arrivassero limitazioni da parte di stati esteri. Non lo possiamo accettare. I nostri concittadini possono partire sicuri, per loro e per gli altri”.

Conte Coronavirus
fonte foto https://twitter.com/Palazzo_Chigi

Conte, ‘Nelle zone che non sono nel focolaio non si giustifica la chiusura delle attività scolastiche”

Nel corso della conferenza stampa Giuseppe Conte ha voluto negare anche una fake news circolata nelle ultime ore. Il Presidente del Consiglio ha negato la chiusura delle scuole a livello nazionale.

“Nelle zone che non sono focolaio del virus non si giustifica la chiusura delle attività scolastiche”.

Gli effetti del coronavirus sull’economia

Inevitabile poi una riflessione sull’impatto del contagio sull’economia del nostro paese. Giuseppe Conte non ha nascosto le difficoltà ma si è detto certo che l’Italia saprà reagire nel migliore dei modi.

L’emergenza coronavirus ha un impatto economico immediato e ne avrà un altro differito che ci aspettiamo, ma sono già in fase istruttoria misure di immediato intervento per le comunità colpite […]. Ne approfitteremo, perché l’Italia nelle emergenze dà il meglio, per lanciare, da un’emergenza sanitaria ed economica, una grande terapia d’urto per rilanciare il Paese”.

In chiusura Conte ha parlato anche delle indicazioni che saranno comunicate alle aziende che producono materiale di protezione.

“Ho visionato la bozza dell’ordinanza per dare indicazioni alle aziende che producono materiale di protezione. Dovranno privilegiare i fabbisogni italiani per l’emergenza nazionale. Stiamo adottando misure straordinarie e urgenti perché la produzione di questi equipaggiamenti vadano a soddisfare le nostre esigenze nazionali”.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 25-02-2020


Perché il Coronavirus si è diffuso tanto rapidamente in Italia?

Coronavirus, 12 vittime in Italia