Coronavirus, le scuole restano chiuse fino a settembre ma l’Esame di Maturità potrebbe svolgersi in presenza. Le parole di Azzolina.

L’esame di Maturità potrebbe svolgersi in presenza nonostante l’emergenza coronavirus. E nonostante l’emergenza coronavirus abbia di fatto spinto le autorità a decretare la chiusura delle scuole fino a settembre.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Azzolina, Esame di Maturità in presenza, via libera dal Comitato Tecnico-Scientifico

Lavoriamo sugli Esami del secondo ciclo in presenza. Siamo convinti di poterli garantire in sicurezza, il comitato tecnico-scientifico ci ha dato il via libera“, ha scritto sulla propria pagina Facebook la ministra Azzolina che annuncia la possibilità di sostenere la Maturità 2020 in presenza, ossia con i maturandi in aula.

Di seguito il post condiviso dalla Azzolina sulla propria pagina Facebook

Scuole chiuse fino a settembre

Si tratterebbe però di una concessione solo per i maturandi, in quanto Conte e la Azzolina hanno di fatto ufficializzato il rinvio della riapertura delle scuole a settembre.

“Tutti gli scenari elaborati dal comitato tecnico-scientifico sconsigliano la riapertura delle scuole, se non vogliamo vanificare gli sforzi fatti da milioni di italiani e mettere a rischio la salute di tanti. Da Ministra dell’Istruzione è un grande dolore, per me, dover tenere le scuole chiuse. Ma ce lo impone il senso di responsabilità. Per ripartire, domani, più forti”.

Lo sforzo della scuola per i precari

“In queste settimane il Governo non ha mai smesso di pensare alla scuola e non lo farà mai. Anche per questo vogliamo assumere, per il prossimo anno scolastico, più docenti possibili, a partire dai precari”.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-04-2020


Napoli, agente di polizia morto nel tentativo di sventare una rapina

Coronavirus, 260 morti in un giorno: dato più basso dal 15 marzo