Coronavirus, le scuole restano chiuse fino a settembre ma l’Esame di Maturità potrebbe svolgersi in presenza. Le parole di Azzolina.

L’esame di Maturità potrebbe svolgersi in presenza nonostante l’emergenza coronavirus. E nonostante l’emergenza coronavirus abbia di fatto spinto le autorità a decretare la chiusura delle scuole fino a settembre.

Azzolina, Esame di Maturità in presenza, via libera dal Comitato Tecnico-Scientifico

Lavoriamo sugli Esami del secondo ciclo in presenza. Siamo convinti di poterli garantire in sicurezza, il comitato tecnico-scientifico ci ha dato il via libera“, ha scritto sulla propria pagina Facebook la ministra Azzolina che annuncia la possibilità di sostenere la Maturità 2020 in presenza, ossia con i maturandi in aula.

Di seguito il post condiviso dalla Azzolina sulla propria pagina Facebook

Scuole chiuse fino a settembre

Si tratterebbe però di una concessione solo per i maturandi, in quanto Conte e la Azzolina hanno di fatto ufficializzato il rinvio della riapertura delle scuole a settembre.

“Tutti gli scenari elaborati dal comitato tecnico-scientifico sconsigliano la riapertura delle scuole, se non vogliamo vanificare gli sforzi fatti da milioni di italiani e mettere a rischio la salute di tanti. Da Ministra dell’Istruzione è un grande dolore, per me, dover tenere le scuole chiuse. Ma ce lo impone il senso di responsabilità. Per ripartire, domani, più forti”.

Lo sforzo della scuola per i precari

“In queste settimane il Governo non ha mai smesso di pensare alla scuola e non lo farà mai. Anche per questo vogliamo assumere, per il prossimo anno scolastico, più docenti possibili, a partire dai precari”.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Napoli, agente di polizia morto nel tentativo di sventare una rapina

Coronavirus, 260 morti in un giorno: dato più basso dal 15 marzo