F1, Helmut Marko (Red Bull): “Verstappen mi ha detto di essere terrorizzato dall’essere contagiato dal coronavirus. La cosa migliore sarebbe che venisse infettato ora”.

Torna a far discutere Helmut Marko, che intervenuto ai microfoni del sito Kronen Zeitung ha parlato di Max Verstappen e della paura del pilota di rimanere contagiato dal coronavirus.

Il boss di casa Red Bull, con una battuta decisamente fuori luogo, ha scherzato sul possibile contagio del suo pilota di punta: “La cosa migliore sarebbe che venisse infettato ora, a 22 anni non è un rischio, ma almeno in seguito sarebbe immune nella sua corsa al titolo“.

Red Bull, Helmut Marko: “Verstappen mi ha detto al telefono che era terrorizzato dall’essere contagiato dal coronavirus. La cosa migliore sarebbe che venisse infettato ora”

Ancora una volta il boss di casa Red Bull finisce al centro delle polemiche per un’uscita decisamente infelice.

“Verstappen? Mi ha detto al telefono che era terrorizzato dall’essere contagiato. La cosa migliore sarebbe che venisse infettato ora, a 22 anni non è un rischio, ma almeno in seguito sarebbe immune nella sua corsa al titolo”.

Una battuta, quella di Marko, non particolarmente apprezzata alla luce della situazione drammatica che sta vivendo gran parte del mondo.

Max Verstappen Hockenheim
fonte foto https://twitter.com/redbullracing

Marko: “Non ho paura”

Marko ha poi fatto sapere di non avere paura di rimanere contagiato. E ancora una volta ha espresso il concetto a suo modo.

“Non no paura. Se sopravvivi all’aeroporto di Dubai, dove le persone tossiscono in spazi ristretti, allora io, come persona del cosiddetto gruppo ad alto rischio, non lascerò che la mia vita sia completamente limitata”.


Scooter 300: modelli in vendita e prezzi di listino

Moto Gp, la prima gara virtuale al Mugello: presenti i big