Coronavirus, dalla Russia notizie false per destabilizzare l'Europa

Coronavirus, la Russia diffonde notizie false in Europa per creare panico

Dalla Russia notizie false sul coronavirus per destabilizzare l’Europa e alimentare il clima di incertezza e di panico già dilagante nel Vecchio Continente.

Dalla Russia la diffusione di notizie false sul coronavirus per destabilizzare l’Europa. È quanto denuncia l’Unione europea, convinta che Mosca stia provando ad approfittare della situazione per indebolire il Vecchio Continente.

Dalla Russia notizie false sul coronavirus per destabilizzare l’Europa

Secondo l’ipotesi dell’Unione europea, la Russia starebbe pubblicando sulla rete informazioni e notizie false sul coronavirus per alimentare il clima di panico e tensione che già si sta respirando in Europa di fronte all’emergenza coronavirus.

Coronavirus

I precedenti della ‘disinformazione’ russa

Non si tratterebbe, secondo l’Ue, della prima volta. Mosca avrebbe agito allo stesso modo anche in occasione del referendum sulla Brexit, nei giorni caldi delle manifestazioni dei gilet gialli in Francia e anche sulla situazione in Siria. La Russia ovviamente ha sempre respinto le accuse negando ogni tipo di coinvolgimento nella vicenda.

Vladimir Putin
Fonte foto: http://en.kremlin.ru/

L’azione della Russia nell’emergenza coronavirus che ha investito l’Europa

Invece, stando a quanto ricostruito, dallo scorso 22 gennaio degli account legati alla rete statale della Russia, avrebbe pubblicato notizie false in italiano, in spagnolo, in tedesco e in francese diffondendo informazioni false e allarmanti sul coronavirus, sugli effetti e sulla diffusione del Covid-19.

Per quanto riguarda l’Italia, lo scopo della disinformazione sarebbe quello di indebolire il governo. La disinformazione spagnola mira a screditare i capitalisti, accusati di voler trarre vantaggio dal virus. In tutti i casi c’è sempre un elogio del presidente Vladimir Putin, indicato come unico leader in grado di soffocare l’epidemia.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 19-03-2020

X