Coronavirus, l’ordinanza di Speranza di venerdì 23 aprile. Ritorna la zona gialla dopo oltre un mese.

ROMA – Coronavirus, l’ordinanza di Speranza di venerdì 23 aprile. Il ministro della Salute ha firmato il provvedimento per l’assegnamento dei colori alle regioni dopo l’ultimo monitoraggio. A differenza di quanto successo in passato, il titolare del Dicastero di via Giorgio Ribotta ha dovuto mettere nero su bianco le misure per ogni regione vista l’entrata in vigore del nuovo decreto.

Il provvedimento è stato firmato per le prossime due settimane, ma la Sardegna e la Calabria potrebbero passare in zona arancione e gialla già dal 3 maggio. Da valutare anche la posizione di Puglia e Valle d’Aosta, molto dipenderà dai numeri che si registreranno nel prossimo monitoraggio.

La mappa dell’Italia dal 26 aprile

L’Italia ritorna quasi tutta in giallo. Sono 13 le regioni più 2 province autonome in giallo per numeri migliori rispetto al mese di marzo. Cinque, invece, restano in arancione, mentre solamente la Sardegna per questa settimana dovrà stare in rosso.

Un quadro che, guardando i numeri, sembra essere destinato a migliorare nelle prossime settimane. Il prossimo monitoraggio dovrebbe confermare il calo dei numeri, ma i dati del 7 e del 14 maggio sembrano essere fondamentali per capire se le riaperture hanno portato ad una crescita o ad una riduzione dei casi.

Coronavirus
Coronavirus

I colori delle regioni dal 26 aprile

Sono 13 le regioni in zona gialla: Friuli Venezia Giulia, Veneto, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Umbria, Marche, Campania e Molise. Fascia arancione per Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta, mentre la Sardegna è l’unica in zona rossa. Dati che potrebbero vedere un passaggio nella prossima settimana in fascia con meno restrizioni di quasi tutte le regioni.

Zona gialla – Friuli Venezia Giulia, Trento, Bolzano, Veneto, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna Toscana, Lazio, Abruzzo, Umbria, Marche, Campania, Molise

Zona arancione – Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta

Zona rossa – Sardegna

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 24-04-2021


Strada in salita per Draghi. Tensione sul Recovery plan, slitta il Cdm. Conte, “Superbonus misura fondamentale”

Biden riconosce il genocidio degli armeni