Coronavirus in Itali, oggi il nuovo monitoraggio Iss. Le Regioni che potrebbero cambiare colore dal 26 aprile.

C’è grande attesa per il monitoraggio Iss del 23 aprile, quello che di fatto chiarirà quali Regioni potranno passare in zona Gialla dal 26 aprile. Il nuovo decreto approvato dal governo Draghi, infatti, ha disposto la reintroduzione della zona Gialla anche se con regole diverse rispetto a quelle che avevamo imparato a conoscere in passato. Nonostante le polemiche legate al coprifuoco, alla scuola e ai ristoranti, il ritorno alla zona Gialla rappresenta senza ombra di dubbio un traguardo che tutte le Regioni sperano di tagliare il prima possibile.

Il monitoraggio Iss del 23 aprile

I dati epidemiologici confermano un generale miglioramento della situazione in Italia. L’indice Rt medio a livello nazionale scende a 0.81, in calo rispetto alla scorsa settimana non ancora sotto lo 0.8, come sperava qualcuno.

Rimane alto il numero di Regioni/Province autonome che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica“, si legge nel report Iss. “Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è sopra la soglia critica (35%), anche se il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in diminuzione da 3.526 a 3.151“.

Nei prossimi giorni sarà chiaro se il momento era quello giusto per procedere con le riaperture oppure no. Nel frattempo gli esperti ribadiscono l’importanza delle regole fondamentali contro la diffusione del Covid, quindi distanza interpersonale, mascherina e igiene delle mani.

Coronavirus
Coronavirus

Le Regioni che potrebbero cambiare colore dal 26 aprile

In base ai dati, quasi tutte le Regioni italiane hanno buoni motivi per sperare nel passaggio in zona gialla. Si tratta di Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Umbria, Veneto Trento e Bolzano. Alla vigilia del monitoraggio Iss il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha anticipato il passaggio in zona Gialla da lunedì, quindi possiamo parlare di una certezza o quasi nonostante i numeri in bilico per quanto riguarda i ricoveri.

In bilico tra giallo e arancione ci sono la Campania e la Toscana, che però potrebbero passare in zona Gialla.

In bilico tra il Giallo e l’Arancione ci sono la Calabria e la Basilicata, che dovrebbero rimanere in Arancione. Vede l’Arancione anche la Puglia. Anche per la Valle d’Aosta si prospetta il passaggio in Arancione, mentre la Sardegna resta rossa.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 23-04-2021


Il coprifuoco serve davvero contro il Covid?

Covid, la pulizia dei denti potrebbe prevenire le infezioni gravi