Emergenza coronavirus in Italia, nuova stretta in tre Regioni: cambiano le regole in Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

Emergenza coronavirus in Italia, dopo la firma del Ministro della Salute Roberto Speranza scattano le misure restrittive in Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. Le nuove disposizioni sono valide fino al prossimo 3 dicembre.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Nuova stretta in Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna

Andiamo a vedere le linee generali delle ordinanze firmate dai presidenti di Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

Mascherina sempre

Diventa obbligatorio indossare la mascherina al di fuori della propria abitazione. Esonerati i bambini di età inferiori ai sei anni e chi svolge attività sportiva intensa.

L’attività sportiva

Resta consentito svolgere attività sportiva nei parchi mantenendo una distanza di almeno due metri dalle altre persone. Negli esercizi pubblici potrà entrare una sola persona alla volta. Sarà vietato passeggiare nelle aree del centro

La scuola

Per quanto riguarda la scuola, per le primarie e le secondarie sono sospese le lezioni di educazione fisica, canto e strumenti a fiato.

I bar e i ristoranti

Bar e ristoranti restano aperti fino alle 18 ma dalle 15 il servizio è possibile solo con consumazione al tavolo.

I negozi

Nel fine settimana chiudono tutti i negozi ad eccezione di farmacie, edicole, tabaccherie e alimentari. Nei negozi potrà entrare un solo componente per nucleo familiare. Durante le prime due ore di apertura, i centri commerciali e i supermercati devono favorire l’ingresso delle persone Over 65, andando così a creare una sorta di fascia protetta.

Gli spostamenti tra Comuni

Per quanto riguarda gli spostamenti restano consentiti quelli tra Comuni differenti.

Coronavirus
Coronavirus

Zaia illustra la nuova ordinanza

Nell’ordinanza raccomandiamo fortemente ai negozianti di riservare le prime due ore del mattino per la spesa di chi ha più di 65 anni, in modo che trovi i negozi e i supermercati meno affollati […].

La mascherina va sempre indossata, in caso di momentaneo abbassamento per mangiare o fumare bisogna mantenere la distanza di almeno un metro. Inseriremo anche che in casa, in presenza di non conviventi, va indossata la mascherina. Consentito svolgere attività sportiva, attività motoria e passeggiate all’aperto presso aree verdi ove accessibili, con la distanza di almeno un metro, due per l’attività sportiva.

Ma si deve fare al di fuori del centro e delle strade che possono affollarsi: si può fare in periferia e in zone isolate. Non si deve fare lo struscio in centro“, ha dichiarato il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

Luca Zaia
Luca Zaia

Eemrgenza coronavirus, Bonaccini: “Abbiamo davanti un obiettivo che deve essere di tutti”

“Abbiamo davanti un obiettivo che deve essere di tutti. Frenare il contagio e invertire la curva della pandemia. È la priorità. E possiamo centrarlo rispettando le regole, con senso di responsabilità e senza panico”.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 12-11-2020


Eduscopio, la classifica dei migliori licei d’Italia

Donna scomparsa a Brescia, fermato l’ex compagno