Coronavirus, i primi casi ai Mondiali militari di Wuhan?

Coronavirus, i primi contagi ai Mondiali militari di Wuhan?

I primi casi di coronavirus ai Mondiali militari di Wuhan. Tagliariol: “In tanti siamo stati male”.

ROMA – I primi casi di coronavirus ai Mondiali militari di Wuhan? Difficile avere la conferma ufficiale in questo momento ma molti degli atleti (anche italiani) hanno accusato i sintomi provocati dal Covid-19 per circa tre settimane.

La competizione si è disputata dal 18 al 27 ottobre 2019 con l’inizio dell’epidemia nella cittadina cinese è stato registrato il 17 novembre. Ma non si può escludere che già prima il virus era in circolo con gli atleti azzurri che presto potrebbero decidere di sottoporsi al test sierologico per confermare un’eventuale positività al coronavirus.

Tagliariol: “C’era qualcuno con la mascherina”

Il racconto di quel periodo è stato fatto da Matteo Tagliarol che ha fatto parte della spedizione italiana di scherma a Wuhan: “Quando siamo arrivati, quasi tutti ci siamo ammalati. Io ho avuto tosse, Valerio Aspromonte è stato a letto quasi tutto il tempo. In tanti hanno avuto febbre anche se non altissima“.

E i medicinali non c’erano: “In infermeria era tutto finito tanto che era la richiesta dei medicinali per tutti quelli che si sono ammalati. Al ritorno a casa per una settimana sono stato benino, poi ho avuto la febbre altissima“.

Coronavirus

“Molto probabilmente era coronavirus”

L’olimpionico azzurro ha sottolineato di essere rimasto a casa “per tre settimane con molta tosse e debilitato. Poi si sono ammalati anche Leo, mio figlio, e Martina anche se lei più lievemente. Quando si è cominciato a parlare del virus mi sono detto di averlo preso perché sono stato molto male rispetto ai miei standard“.

Nelle prossime settimane possibile che Tagliariol, insieme al resto della squadra azzurra presente a Wuhan, potrebbe sottoporsi al test sierologico per verificare un eventuale contagio.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

ultimo aggiornamento: 07-05-2020

X