E’ scontro tra Regioni e il Governo dopo l’ultimo dpcm. Calabria e Umbria: “Premier responsabile della ‘fase 2′”.

ROMA – E’ iniziato lo scontro tra le Regioni e il Governo dopo l’ultimo dpcm. Le decisioni prese dal premier Conte (su pressing dei ministri Speranza e Boccia n.d.r.) non hanno convinti molti governatori pronti nel limite del possibile ad andare avanti da soli con provvedimenti che anticipano o si distaccano leggermente dalle linee guida indicate da Palazzo Chigi.

Liguria, Veneto e Lombardia anticipano le riaperture

Le prime a manifestare insoddisfazione per il nuovo decreto sono state Liguria, Veneto e Lombardia. Il governatore Toti ha deciso di eliminare il lockdown e anticipare le misure previste dal 4 maggio come correre, andare in bicicletta lontani da casa oltre che spostarsi per provvedere alla manutenzione di una barca o della seconda casa. Sulla stessa linea anche il Veneto mentre Abruzzo, Marche, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana e Alto Adige hanno deciso di dare la possibilità ai ristoranti, bar e pizzerie di attivare il servizio take-away e non solo a domicilio.

In Lombardia, invece, il presidente Fontana è al lavoro con il proprio comitato tecnico-scientifico per riaprire già da domenica prossima le chiese ai fedeli durante le celebrazioni liturgiche.

Attilio Fontana
Db Milano 05/11/2019 – Inaugurazione dell’Anno Accademico del Politecnico di Milano / foto Daniele Buffa/Image nella foto: Attilio Fontana

Santelli e Tesei: “Governo responsabile della Fase 2”

Critiche arrivano anche da Calabria e Umbria. In un lungo post su Facebook la governatrice Jole Santelli ha criticato la decisione di aprire al ritorno al Sud non solo per motivi di salute e lavoro ma anche per “domicilio, residenza e abitazione“. “Si rischia – ha detto l’esponente di Forza Italia – una grave compromissione delle misure di contenimento adottate fino ad ora“.

E la governatrice Tesei aggiunge: “Il Dpcm imbavaglia le regioni. Possono adottare solo restrizioni, non estensioni“.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Depositata la mozione di sfiducia contro Gualtieri, primo firmatario Salvini

Coronavirus, Palazzo Chigi: “Per congiunti si intendono anche fidanzati e affetti stabili”