Coronavirus, scontro tra Salvini e Toninelli sulla Lombardia. Il leghista, ‘Sono orgoglioso’. L’ex ministro pentastellato, ‘Lo dica alle famiglie delle vittime’.

Scontro tra Salvini e Toninelli sulla Lombardia. Nell’emergenza coronavirus la Lombardia è diventata il nuovo argomento di scontro per quanto riguarda la politica. Con il rischio concreto che si trasformi in una nuova Bibbiano. Perché un conto è fare luce – doverosamente – su quanto accaduto, un altro è fare politica e polemica su un dramma.

Con la Lombardia (e Fontana) nella bufera, il leader della Lega Matteo Salvini ha deciso di intervenire in difesa della sua squadra senza perdere l’occasione per attaccare il governo guidato da Conte. Il leader leghista si è detto orgoglioso della reazione della regione. E Toninelli ha evidenziato di non essere proprio dello stesso avviso…

Attilio Fontana
Db Milano 05/11/2019 – Inaugurazione dell’Anno Accademico del Politecnico di Milano / foto Daniele Buffa/Image nella foto: Attilio Fontana

Emergenza coronavirus, Salvini: “Sono orgoglioso della Lombardia”. Scontro con Toninelli

Orgoglioso di Regione Lombardia: 3 miliardi per Comuni, Province e opere pubbliche (100.000 euro per ogni piccolo Comune anche di 1.000 abitanti per opere pubbliche, una cifra mai vista), 82 milioni per un bonus economico a medici, infermieri e agli altri operatori sanitari, 10 milioni per le aziende che si riconvertono per produrre mascherine e camici in Lombardia“, ha dichiarato Matteo Salvini commentando il provvedimento annunciato da Attilio Fontana che ha presentato un piano da tre miliardi per la Regione.

Mentre c’è chi chiacchiera di Regione da commissariare, Attilio Fontana e la sua squadra decidono provvedimenti concreti e migliori di quelli ad oggi decisi dallo Stato“, prosegue e conclude il leader della Lega tornando sulla proposta di commissariare la Regione.

Matteo Salvini
Roma 28/08/2019 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Matteo Salvini

Toninelli: “È orgoglioso? Lo vada a dire in faccia alle famiglie delle vittime”

La risposta più dura e forse rappresentativa a Salvini arriva da Danilo Toninelli, vecchio avversario del leghista già ai tempi del primo governo Conte, quando erano in linea teorica alleati, ministri dello stesso esecutivo. Poi il tema delle concessioni ad Autostrade, quello dei migranti e quello della Tav avrebbero scavato un solco.

Salvini lo vada a dire in faccia alle famiglie delle oltre 12.000 vittime lombarde certificate covid e alle migliaia decedute senza tampone che è orgoglioso del governo della Lombardia“, ha twittato Toninelli. Scatenando la polemica sui social.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Conte ‘presenta’ la fase 2: il piano terrà conto delle differenze tra Regioni

Di Maio, ‘Oms chiarisca su origine del virus’. I sospetti dell’Europa