Decreto coronavirus 'fase 2', ecco cosa prevede il provvedimento

Resta l’autocertificazione ma si può fare visita ai parenti: cosa prevede il nuovo decreto

Decreto coronavirus fase 2: funerali sì, messe e matrimoni no. C’è la conferma dell’autocertificazione. Ecco le misure contenute nel decreto.

ROMA – Decreto coronavirus ‘fase 2’. Il premier Conte in conferenza stampa ha annunciato il nuovo dpcm che entrerà in vigore il prossimo 4 maggio e verrà aggiornato settimanalmente in base al contagio R0 e alla disponibilità dei posti in ospedale. Non sono escluse ulteriori misure restrittive in caso di aumento dei casi. Queste potranno essere locali o nazionali.

Cosa prevede decreto ‘fase 2’

Con l’approvazione del nuovo decreto l’Italia dal 4 maggio entrerà ufficialmente nella ‘fase 2’. Via libera agli incontri con i familiari più stretti (anche anziani con l’obbligo della mascherina) oltre che l’apertura dei ristoranti, dei bar e delle pizzerie esclusivamente per il cibo d’asporto.

C’è la conferma dell’autocertificazione che consentirà spostamenti come la visita ai congiunti. Sarà consentita l’attività motoria anche non nei pressi della propria abitazione mentre le palestre e le piscine saranno aperte solo per i professionisti e atleti riconosciuti dal Coni e dalle altre federazioni sportive. Riprendono anche i funerali (con un massimo di 15 persone). Niente messe e matrimoni.

Di seguito il testo integrale del decreto del 26 aprile sulla fase 2.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte (fonte foto: https://www.facebook.com/GiuseppeConte64)

Attività produttive e negozi

Dal 27 aprile inizieranno ad alzare la saracinesca tutte le attività produttive ritenute fondamentali come cantieri dell’edilizia pubblica e industrie manifatturiere per l’export. Dal 4 maggio, invece, toccherà a tutte le altre e al commercio all’ingrosso funzionale a queste filiere.

Più lunghi, invece, i tempi per parrucchieri e centri estetici che dovranno aspettare fino ai primi giorni di giugno come per ristoranti e bar, che intanto potranno attivare il servizio per il ritiro del cibo da asporto.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/

ultimo aggiornamento: 27-04-2020

X