Via libera al decreto Riaperture, cosa riapre dal 26 Aprile. Le tappe del calendario della ripartenza.

Approvato il nuovo decreto, il Governo ha stilato e confermato il calendario delle riaperture. A questo punto è possibile entrare nel dettaglio per provare a capire come saranno i prossimi mesi, salvo modifiche in corso alla luce della situazione epidemiologica, che si spera possa continuare a migliorare. Andiamo a vedere allora cosa riapre dal 26 aprile.

Decreto Riaperture, cosa riapre dal 26 aprile

Dal 26 aprile riaprono bar e ristoranti. Le attività di ristorazione possono rimanere aperte a pranzo a cena purché il servizio avventa all’aperto.

Dalla stessa data riapre anche la scuola, che passa in presenza anche per i ragazzi delle scuole superiori, che comunque dovranno fare i conti con una quota di Dad. In zona gialla e arancione didattica in presenza per il 70-100%, mentre in zona rossa didattica in presenza per il 50-75%. Per quanto riguarda l’Università, in zona Gialla e Arancione si predilige la didattica in presenza. In zona Rossa invece la presenza è raccomandata soprattutto per gli studenti del primo anno.

Il 26 aprile è una giornata importante anche per l’arte e la cultura. Cinema, teatri, sale concerto e locali di musica riaprono i battenti in zona gialla. I posti a sedere dovranno essere prenotati e le sedute dovranno essere almeno ad un metro di distanza. È consentito raggiungere il 50% della capienza con limiti di 500 persone al chiuso e 1.000 persone all’aperto.

Ancora dal 26 aprile sarà possibile praticare tutte le attività sportive all’aperto, inclusi gli sport di contatto.

Coronavirus bar
Coronavirus bar

Le riaperture di maggio

Per il mese di maggio la data da segnare sul calendario è quella del 15. Dal 15 maggio infatti riaprono le piscine ma solo quelle all’aperto.

Il calendario di giugno

La tappa successiva è quella del 1 giugno, quando riprenderanno le attività in palestra. Sempre dal 1 giugno in zona gialla sarà possibile assistere in presenza ad eventi sportivi di carattere agonistico di interesse nazionale. L’accesso agli impianti sarà consentito ad un quarto delle persone che la struttura potrebbe ospitare in base alla capienza normale autorizzata.

Dal 15 giugno in zona Gialla possono tenersi eventi fieristici.

Stadio Olimpico
Stadio Olimpico

Le riaperture di luglio

Chiudono il quadro le riaperture fissate per il prossimo 1 luglio, quando, in zona Gialla, riapriranno i centri termali, i parchi tematici e i parchi divertimento. Dalla stessa data potranno riprendere convegni e congressi.

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 22-04-2021


Crollo Ponte Morandi di Genova, chiuse le indagini

Spostamenti, sport, bar e ristoranti: cosa cambia dal 26 aprile. Le nuove regole