In Italia, continua a lievitare la sottovariante Covid Omicron 5 di Sars-CoV-2, ma sarebbe comparsa anche la BA.2.75, ergo Centaurus.

Ma cosa si sa, ad oggi, di questa specifica variante? E quali sono i sintomi?

Il virologo Fabrizio Pregliasco: “Era ovvio che la nuova variante arrivasse anche in Italia per le sue caratteristiche di diffusività, e come abbiamo visto anche per Omicron, potrebbe essere protagonista di una ondata successiva nel prossimo futuro”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Mauro Pistello

A Pregliasco, ha fatto eco Mauro Pistello, direttore dell’Unità di virologia dell’azienda ospedaliera universitaria di Pisa: “Tra 10 giorni, sapremo se Centaurus sta davvero penetrando sul territorio e avrà la forza di scalzare BA.5, e non è detto”. Pistello è tra i fondatori della rete di sequenziamento dell’Istituto superiore di sanità che nell’ultimo monitoraggio, in merito alle varianti di Sars-CoV-2, ha segnalato in Italia una sequenza riferibile al lignaggio BA.2.75.

Coronavirus Covid
Coronavirus Covid

La variante Centaurus sembra essere più contagiosa ma comunque meno grave, come dettagliato da Maria Rita Gismondo all’Adnkronos , direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’ospedale Sacco di Milano.

“Le notizie che ci arrivano dai Paesi nei quali la sottovariante BA.2.75 è già presente dicono che si comporta con grande contagiosità, ma senza un incremento di patologia. Addirittura, sembra meno patogena. E’ probabile che si diffonda anche in Italia, come successo per i mutanti precedenti, ma possiamo stare molto tranquilli: è lo ‘sciame’ normale di varianti che il virus utilizza per endemizzare”, ha dichiarato la Gismondo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-08-2022


Vaiolo delle scimmie: il quadro in Usa

I pesci alieni dei nostri mari