Nuove disposizioni compaiono all’interno della circolare del Ministero della Salute circa la gestione dei contatti stretti di Covid-19.

La nuova circolare del Ministero della Salute sancisce le disposizioni in merito alla quarantena. Per quanto riguarda i casi asintomatici oppure coloro che risultano asintomatici da almeno due giorni, la quarantena obbligatoria potrà terminare dopo cinque giorni anziché sette. Sarà indispensabile effettuare un test antigenico o molecolare che riporti un risultato negativo al Covid, al termine del periodo di isolamento.

Sono queste le disposizioni che compaiono all’interno della circolare del Ministero della Salute circa la gestione dei contatti stretti di Covid-19. Nel caso in cui il tampone sia positivo, “si potrà interrompere l’isolamento al termine del 14esimo giorno dal primo tampone positivo, a prescindere dall’effettuazione del test”.

A firmare la circolare il direttore alla prevenzione del Ministero della Salute Gianni Rezza. La promulgazione della circolare è avvenuta “in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza e del parere emesso dal Consiglio Superiore di Sanità il 24 agosto scorso”. E continua: “Per i contatti stretti di caso di infezione da SARS-CoV-2 sono tuttora vigenti le indicazioni contenute nella Circolare del 30 marzo scorso”.

Vaccino Covid

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

In arrivo i vaccini

Si ipotizza che entro il mese di settembre, sarà disponibile il vaccino Covid aggiornato. Sono fortemente consigliati per gli over 60. Roberto Speranza: “I positivi devono stare a casa, sui giorni valuta il Consiglio superiore di sanità. Per le elezioni c’è il voto domiciliare. La nostra attesa è che domani l’Agenzia europea dei medicinali Ema possa dare il via libera al vaccino adottato contro la variante Omicron e poi seguirà il pronunciamento dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa.”

Bollettino Covid

Secondo i dati forniti dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere, i ricoveri da Covid-19 in Italia stanno continuando a diminuire. Nella fattispecie i dati contano un -14% nel giro di una settimana. Anche i ricoveri pediatrici hanno segnato un calo. I bambini maggiormente colpiti sono quelli compresi nella fascia di età tra i 0 e i 4 anni.

Durante l’ultima settimana i ricoveri ospedalieri da Covid-19 hanno subito un ulteriore rallentamento. La diminuzione riguarda principalmente i pazienti adulti, e riguarda sia i ricoveri ordinari che quelli all’interno delle terapie intensive. Si tratta di un meno 14,2% rispetto alla settimana scorsa. I dati in questione, forniti dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere, risalgono alla giornata di ieri, 30 agosto 2022.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-09-2022


Nucleare. Bonelli “Ecco mappa segreta di Calenda e centrodestra”

Gazprom aumenta le forniture di gas verso la Cina