Sono 14, le centrali nucleari nel piano: stando ad Angelo Bonelli, co portavoce di Europa Verde, sarebbe questa la mappa segreta di Calenda.

Parliamo di personalità che affiancherebbero Calenda in merito, come Berlusconi, Salvini e Meloni; è qui che il centro destra vuole mettere le centrali “ma non ha il coraggio di dirlo”. Le località focalizzate per ospitare le centrali nucleari, sarebbero: Torino Vercellese, Caorso, Monfalcone, Chioggia, San Benedetto del Tronto, Termoli, Brindisi, Palma di Montechiaro, Scansano Jonico, Garigliano, Borgo Sabotino, Montalto di Castro, Scarlino, Oristano.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il commento di Bonelli

“Oggi facciamo un’operazione verità: rendiamo pubblici i siti in cui verrebbero realizzate le centrali nucleari che Calenda e Salvini propongono e che non hanno il coraggio di dire. Questo programma costerà oltre 280 miliardi di euro, e non dicono chi metterà i soldi”, questo il commento di Bonelli.

Energia nucleare
Energia nucleare

La mappa delle centrali sarebbe stata estratta “sulla base del vecchio programma nucleare e su alcuni criteri, tra cui la disponibilità di grandi quantità di acqua per raffreddare i reattori. Il nostro punto di vista, è che in Italia non ci sono luoghi idonei per realizzare centrali nucleari e oggi chi le propone non ha avuto il coraggio di dire dove vogliono metterle e quanto costano. Una situazione inaccettabile perché parlare oggi di nucleare significa sottrarre risorse o mettere le mani nelle tasche degli italiani”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-08-2022


Blocco navale: la proposta di Meloni non convince

Covid, le ultime disposizioni sulla quarantena