Da un dibattito televisivo è nata la notizia secondo cui il vaccino Moderna sarebbe genotossico e potrebbe quindi provocare il cancro. Come stanno le cose.

Negli ultimi giorni sulla rete circola con una certa insistenza una notizia (o presunta tale) secondo cui il vaccino di Moderna contro il Covid sarebbe genotossico. Molte persone, pur non avendo idea di cosa significhi genotossico, hanno iniziato a condividere link, foto, video, articoli e quant’altro, anche se questa notizia non sembra avere alcun tipo di fondamento. Va anche detto però che ci sono persone che hanno espresso preoccupazione con cognizione di causa, quindi è bene provare a fare il punto della situazione.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cosa significa genotossico

La genotossicità, usando le parole di Pregliasco, è un’azione che può determinare variazioni nel DNA che possono poi avere conseguenze successive come ad esempio il cancro ma non solo.

La polemica su Moderna: il vaccino provoca il cancro?

Partiamo dalle basi. Come nasce la notizia? Con un tweet impreciso legato alla trasmissione Non è l’Arena, condotta da Massimo Giletti. Parliamo della puntata dello scorso 13 gennaio. Durante la trasmissione inizia a circolare un tweet nel quale si legge che il Professor Frajese avrebbe detto che gli studi non escluderebbero la genotossicità del vaccino Moderna e che il Professor Pregliasco non lo avrebbe contraddetto o smentito. Da questo tweet nasce la notizia secondo cui il vaccino Moderna potrebbe essere genotossico e quindi provocare il cancro.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

L’intervento del Professor Frajese e la risposta di Pregliasco

Ma cosa ha detto esattamente Frajese? “Leggo la nota dell’Ema e dell’Aifa che dice che si ritiene che i componenti del vaccino […] non presentino alcun potenziale genotossico. Per cui non sono stati fatti né gli studi di carcinogenesi né quelli di genotossicità. Questo perché si presume che questi componenti non debbano avere questa azione.

C’è però una problematica venuta dai nuovi dati […]. Gli studi di genotossicità, Moderna ne ha fatto uno recentemente per vedere se ci fosse stato qualche tipo di azione. Quello che è uscito da questo studio, […] che è stato fatto utilizzando un mRNA diverso da quello presente nel vaccino […], è che la casa stessa dice che c’è un’azione debole di genotossicità. Quindi vuol dire che l’azione di genotossicità è possibile e andrebbe studiata con la sequenza specifica. La genotossicità significa possibilità di cancro […]. Prima di dare queste cose ai bambini e agli adolescenti io credo sia responsabilità dell’Aifa, dell’Ema e del governo di fare i test necessari per renderci tutti quanti più tranquilli“.

Pregliasco, nel rispondere a Frajese, asserisce che si tratta di problemi potenziali ma non dimostrati e aggiunge che si tratta di rischi potenziali che riguardano di fatto quasi tutti i farmaci e i medicinali in uso. Se dovessimo attendere dati definitivi su un tema di questo tipo passerebbero decenni prima dell’autorizzazione. Questo non significa ovviamente che il problema non venga preso in analisi e non venga considerato. Significa che si fa un bilancio basato sugli studi e che poi si procede con gli studi anche nel corso degli anni per arrivare ad avere un quadro definitivo. Di fatto non è possibile in questo momento dare una risposta alla domanda precisa. Non è possibile stabilire se e quanto il vaccino Moderna abbia un potenziale genotossico. È presumibile che per arrivare ad una risposta definitiva servano anni. Di fronte alla drammatica emergenza sanitaria invece, sostiene Pregliasco, c’era bisogno di un intervento immediato. Ossia del vaccino.

Di seguito il video del confronto tra Frajese e Pregliasco

Conclusioni: davvero il vaccino Moderna è genotossico e provoca il cancro?

I dati attualmente a disposizione sul vaccino ci dicono che il rischio di genotossicità è estremamente basso e che quindi non ci sono i parametri per procedere con lo stop alla somministrazione del vaccino Moderna in via precauzionale. E ricordiamo che il principio di precauzione è uno dei principi fondamentali della scienza. La salute prima di tutto, di fatto. In base ai dati a disposizione, ossia quelli analizzati dalle autorità sanitarie, si ritiene che il rischio legato alla genotossicità sia bassissimo. Quindi è vero che Moderna non esclude il rischio ma è vero anche che non ha i dati definitivo per farlo. Così come non esistono dati definitivi che possano portare a dire che il vaccino Moderna può provocare il cancro. Ci sono studi e analisi che dicono che il rischio è bassissimo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 02-02-2022


Covid, arriva il vaccino per i bambini da 6 mesi a 5 anni

Domani, perquisizione della Guardia di Finanza a casa di Conte