L’Ema avvia la revisione dei vaccini bivalenti contro le nuove varianti del Covid, aggiornati anche per i bambini dai 5 agli 11 anni.

Continua la corsa verso la nuova campagna vaccinale. Agli inizi di settembre era già stata raccomandata la protezione da Covid soprattutto alle fasce deboli e ai soggetti dai 12 anni in su. Il virus muta a velocità smisurata e l’Ema lavora costantemente per aggiornare i vaccini adattandoli alle varianti Omicron. Avviata anche la revisione dei bivalenti aggiornati per i più piccoli.

vaccino Covid
vaccino Covid

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Aggiornamento dei bivalenti

E’ ancora necessaria la tutela da Covid insieme a quella dell’influenza, prevista per quest’inverno con un’alta intensità I primi da tenere sotto controllo sono senza dubbio i soggetti a rischio che, come per l’uso della mascherina, hanno più necessità di una copertura vaccinale. “Il virus muta a una velocità pazzesca e continua a farlo”, dichiara il responsabile vaccini dell’Ema Marco Cavaleri, “stiamo uscendo dalla pandemia ma il virus è ancora imprevedibile, dovremmo aspettarci parecchie mutazioni nei prossimi mesi”.

L’agenzia europea del farmaco ha avviato la revisione del vaccino Pfizer per adattarlo contro le varianti di Omicron 4 e 5, adatto anche per i bambini tra i 5 e gli 11 anni. Lo scorso 12 settembre era iniziata la campagna vaccinale per il vaccino bivalente, raccomandando l’utilizzo a tutti i soggetti al di sopra dei 12 anni d’età.

Dopo l’approvazione anche della protezione contro Omicron BA1, ora l’Agenzia apre la frontiera dei vaccini bivalenti anche ai più piccoli: si tratta di un iter scientifico necessario per l’approvazione di ogni nuovo farmaco. Se i dati forniti rileveranno la loro efficacia, la campagna vaccinale di questo autunno potrà essere aperta anche ai più piccoli.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-10-2022


Emergenza gas: il piano draghi meloni per evitare i razionamenti

Pfizer lancia l’app che riconosce il Covid con un colpo di tosse