Il virologo Andrea Crisanti ha parlato della situazione di Omicron 5, spronando il Governo ad abolire i test fai-da-te.

La situazione del Covid in Italia è ancora preoccupante. I casi giornalieri sono alle stelle per Omicron 5, e il monitoraggio è fallace a causa della grande percentuale di contagiati che hanno fatto il test fai-da-te e che non comunicano la loro positività al Sistema Sanitario Nazionale. Da ciò, il virologo Andrea Crisanti ha voluto ribadire la necessità di essere prudenti, spronando il Governo ad abolire gli autotest.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Crisanti

Omicron 5, questa variante nuova, non è uno scherzo. Non è più leggera” delle altre sottovarianti “e non deve passare questo messaggio. Te la fai come fosse un’influenza se sei vaccinato. Poi, via via che passa il tempo dalla vaccinazione, la sintomatologia può diventare sempre più grave. Queste le dichiarazioni di Andrea Crisanti all’AdnKronos, che chiede ai cittadini di continuare a essere prudenti.

covid
Covid

I dati di Covid-19? Non sono più credibili. Io veramente penso che una misura da adottare d’urgenza dovrebbe essere abolire i tamponi rapidi a casa. I test fai-da-te vanno aboliti perché accecano il sistema sanitario, non sono sensibili, e molto spesso le persone non si autodenunciano o si denunciano tardi mettendo a rischio la propria salute. È diventato un ‘far west’, afferma Crisanti.

Da ciò, serve riformare il monitoraggio.I tamponi rapidi prima di tutto non sono sensibili, molto spesso risultano negativi, le persone in più non si denunciano, non fanno le quarantene e così è diventato un far west”. Stando al virologo, non si dovevano autorizzare i tamponi rapidi a casa. Quando mai un Paese civile affida ai propri cittadini la gestione della sanità pubblica? Non esiste. Io avrei mantenuto un sistema serio di identificazione dei positivi. Poi, invece, per quanto riguarda il tracciamento, la questione è più complessa”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-07-2022


Omicidio Willy: ergastolo per i fratelli Bianchi

Papa Francesco: le voci legate a una possibile malattia