Crosetto rivela cosa succederebbe se l'Italia subisse attacchi come l'Ucraina o Israele
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Crosetto rivela cosa succederebbe se l’Italia subisse attacchi come l’Ucraina o Israele

Guido Crosetto

Guido Crosetto, Ministro della Difesa, sottolinea la fondamentale necessità della NATO per la sicurezza dell’Italia.

Durante l’evento organizzato da Confindustria Lombardia, “La visione lombarda per il futuro dell’Europa“, il Ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha sottolineato l’essenzialità della NATO per garantire la sicurezza nazionale dell’Italia in scenari di conflitto simili a quelli recenti in Ucraina e Israele.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Guido Crosetto
Guido Crosetto

Le dichiarazioni del ministro Guido Crosetto

Guido Crosetto ha chiarito che l’Italia, agendo in solitudine, non avrebbe le capacità difensive sufficienti a proteggersi da attacchi esterni intensi, simili a quelli subiti da Ucraina e Israele. “Se dovessimo subire un attacco come quello dell’Ucraina non avremmo potuto difenderci e se avessimo subito come quello di Israele durato sei ore, non saremmo riusciti a fermare tutti i missili che Israele è riuscita a fermare,” ha spiegato il Ministro durante l’evento di Confindustria Lombardia.

Critica alla sottovalutazione storica della difesa

Il Ministro ha commentato come negli ultimi quaranta anni l’Italia abbia trascurato gli investimenti in difesa, assumendo che le guerre fossero un fenomeno del passato. “Non per colpa di qualcuno, ma perché pensavamo di non aver bisogno della Difesa, che le guerre non esistessero più,” ha affermato Crosetto, sottolineando come questa visione abbia illuso il paese rispetto alla realtà delle nuove minacce globali.

Non c’é abbastanza consapevolezza a livello politico per togliere la polemica su temi cruciali,” ha continuato il Ministro, esprimendo dubbi sulla capacità italiana di raggiungere il target del 2% del PIL in spese per la difesa richiesto dalla NATO. Ha inoltre criticato l’Europa per la sua incapacità di presentarsi unita in materia di politica estera e difesa, definendo la situazione attuale come una con 27 politiche difensive diverse.

Come l’intera intervista riportata da adnkronos.com, Crosetto ha richiamato l’attenzione sulla necessità di una Europa che si riconnetta alle reali necessità delle industrie e delle famiglie, superando una burocrazia eccessiva e distaccata.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 11 Maggio 2024 11:12

Dengue colpisce in Italia: “Febbre spaccaossa”

nl pixel