I dati Istat sull’occupazione hanno evidenziato un calo nel mese di agosto. Cresce il tasso, invece, da inizio anno.

ROMA – I dati Istat sull’occupazione hanno evidenziato un calo ad agosto, ma su base annuale questo numero è in forte calo. Secondo le cifre dell’Istituto riportati dall’Ansa, il tasso nell’ottavo mese si è assestato al 58,1%, in diminuzione dello 0,2% su luglio, mentre in aumento sullo stesso periodo dell’anno precedente (+0,8%).

Il tasso di disoccupazione resta stabile assestandosi al 9,3%. Nessuna variazione in confronto con il mese precedente. In leggera diminuzione (-0,7%) rispetto ad agosto.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Occupazione in aumento nei primi otto mesi del 2021

Se il dato di agosto non è positivo, l’occupazione in questo 2021 sembra aver avuto una accelerazione. Nei primi otto mesi è stata registrato un saldo positivo di oltre 430mila occupati. I numeri, comunque, restano più bassi in confronto al periodo pre-pandemia. Il tasso di occupazione e di disoccupazione sono più bassi rispettivamente dello 0,6% e dello 0,4%, mentre il tasso di inattività è cresciuto dell’1%.

In questo caso è forte l’effetto della pandemia e per avere un quadro sicuramente complessivo della situazione dell’occupazione nel nostro Paese.

Operai
Operai

I dati Istat sull’inflazione

Nella stessa giornata l’Istat ha fatto il punto sull’inflazione nel mese di settembre. Come era prevedibile, è stata registrata una accelerazione in confronto ad agosto (+2,6%), raggiungendo livelli che mancavano da ottobre 2012. L’Istituto ha precisato che, oltre all’aumento ampio dei prezzi dei Beni energetici, si registrano incrementi dei prezzi in altri comparti che spingono l’inflazione di fondo sopra il punto percentuale.

Una crescita che, come riferito anche da diversi esperti, dovrebbe continuare anche nei prossimi mesi. L’ipotesi è di un rallentamento nelle prime settimane del 2022 se non ci saranno delle restrizioni per un aumento dei casi contro il coronavirus nel nostro Paese.

ultimo aggiornamento: 30-09-2021


Il nuovo allarme dell’Inail: “In crescita gli infortuni sul lavoro”

iGuzzini annuncia 103 licenziamenti. La Regione Marche: “Pronti a lavorare per trovare una soluzione”