I dati Istat sulla produzione industriale nel mese di giugno 2020. Balzo in avanti rispetto al mese di maggio, resta ampio il divario su base annua.

Nel mese di giugno si registra un segnale di ripresa per quanto riguarda la produzione industriale, che registra un balzo dell’8,2% rispetto ai mesi di maggio. Si tratta di dati che sono lontanissimi dai tempi pre-coronavirus, ma siamo comunque di fronte a un segnale se non proprio positivo almeno incoraggiante.

A giugno 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti dell’8,2% rispetto a maggio. Nella media del secondo trimestre, il livello della produzione cala del 17,5% rispetto ai tre mesi precedenti“, recita il rapporto Istat.

Istat, i dati sulla produzione industriale a giugno 2020

I dati sono quelli dell’Istat nel rapporto sulla produzione industriale nel mese di giugno 2020. Se nel confronto con il mese precedente il dato si attesta in crescita, nel confronto su base annua l’indice registra una diminuzione del 13,7%.

Sebbene in recupero, i livelli produttivi restano ancora distanti da quelli prevalenti prima dei provvedimenti legati all’emergenza sanitaria; rispetto a gennaio la produzione risulta inferiore, al netto dei fattori stagionali, di oltre 13 punti percentuali” recita il commento dell’Istat ai dati.

I comparti economici

Per quanto riguarda l’analisi dei comparti economici, quasi tutti fanno registrare una crescita congiunturale. Accusa il colpo solo l’industria farmaceutica, una delle poche che ha tenuto botta durante il periodo di lockdown.

Il dato cambia ovviamente spostando l’analisi su base annua. In questo caso l’unico settore in crescita è quello delle attività estrattive, mentre abbigliamento e mezzi di trasporto fanno registrare le flessioni maggiori.

L’indice destagionalizzato mensile mostra aumenti congiunturali diffusi in tutti i comparti: crescono in misura marcata i beni di consumo (+9,8%), i beni intermedi (+9,0%), i beni di strumentali (+8,1%) e, con una dinamica meno accentuata, l’energia (+2,1%)“, recita il rapporto dell’Istat.

La produzione di autoveicoli

Per quanto riguarda la produzione di autoveicoli nel mese di maggio, secondo i dati Istat, nel mese di giugno si registra un balzo del 36,8% rispetto al mese di maggio, ma su base annua si registra un calo vicino al quaranta per cento.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
economia evidenza Istat motori

ultimo aggiornamento: 06-08-2020


Landini, ‘Blocco dei licenziamenti o sciopero generale’. Confindustria: ‘Costo pesante per lo Stato’

Bottas in Mercedes anche nel 2021, è ufficiale