Ocse, i dati del primo trimestre del 2019 in Europa. Italia a crescita zero, il PIL frena in tutto il vecchio continente (e negli Stati Uniti).

I dati dell’Ocse sul Pil relativi al primo trimestre del 2019 presentano un panorama poco incoraggiante per tutta la zona euro. L’ultimo posto della speciale classifica lo occupa purtroppo l’Italia, che deve fare i conti anche con una crisi di governo che potrebbe aggravare la situazione.

Ocse, i dati sul Pil per il primo trimestre 2019

Le buone notizie riguardano il reddito delle famiglie europee. L‘Ocse evidenzia un andamento positivo e la promozione la ottiene anche l’Italia che fa registrare comunque un andamento inferiore alla media degli altri paesi europei. La crescita italiana è pari a zero (0,5% per l’esattezza). In questo caso c’è chi sta peggio di noi e si tratta del Regno Unito, su cui pesa lo spettro di una Brexit disordinata.

Per quanto riguarda il Pil l’Ocse evidenzia un rallentamento in tutta la zona euro (ma anche negli Usa e in Giappone). In Italia si passa dallo +0.2% allo zero.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Euro risparmi
Euro risparmi

Economia e politica, Mattarella vuole evitare il ritorno alle urne

Anche alla luce di questi dati, certamente preoccupanti, il Presidente della Repubblica confida in una rapida conclusione della crisi di governo. Inevitabilmente i fattori economici incontrano la politica nuda e cruda, quella di palazzo, che agisce in base all’andamento della moneta.

Le elezioni a ottobre o novembre potrebbero creare un clima di incertezza (già esistente) e potrebbero portare a un aumento dell’Iva che andrebbe a mettere in ginocchio gli imprenditori e le famiglie.

L’unica soluzione credibile per evitare le elezioni è la coalizione tra il Movimento Cinque Stelle e il Pd, anche se la Lega spera di convincere Di Maio a tornare agli antichi fasti mettendo sul piatto la carica di presidente del consiglio.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Crisi di oppioidi negli Usa, maxi multa per la Johnson and Johnson

Disney nella bufera, fatturato gonfiato per miliardi di euro?