Si terrà nel mese di luglio l’approvazione del Ddl Concorrenza, grazie al quale verranno affrontate diverse tematiche rilevanti.

Ddl Concorrenza, il disegno di legge prevede nuove regolamentazioni. Per quanto riguarda i balneari l’approvazione della proroga è arrivata grazie al primo via libera del Senato del 30 maggio scorso. In seguito al via libera ottenuto in sede di Commissione, si terrà il 25 luglio 2022 il provvedimento in Aula.  

Dopo che il provvedimento verrà approvato, per poter essere in regola con le indicazioni stabilite all’interno del Pnrr bisognerà anche stabilire l’inizio di tutti i provvedimenti attuativi. La scadenza è segnata per la fine dell’anno. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cosa comprende il Ddl Concorrenza

Il provvedimento comprende numerose questioni per cui sono state emanate delle leggi che ne sanciscno la regolamentazione. Tra queste, quella dei trasporti, della semplificazione delle autorizzazioni per le attività delle imprese. Poi le misure sui porti, telecomunicazioni, gas e sui servizi idroelettrici, rifiuti, le società partecipate, i rimborsi diretti estesi per l’Rc auto. E ancora la concorrenza nei servizi, il rafforzamento dei poteri dell’Antitrust.  

Senato

Gestione dei balneari 

Secondo quanto stabilito all’interno dell’articolo 3 del provvedimento “proroga al 31 dicembre 2023 – ovvero fino al termine di cui al comma 3, qualora successivo, e comunque non oltre il 31 dicembre 2024 – l’efficacia delle concessioni demaniali. Ed anche dei rapporti di gestione per finalità turistico ricreative e sportive”. Per i concessionari uscenti sono previsti degli indennizzi. 

Misure sui porti 

Le misure prese sui porti sonon stabilite dall’articolo 5, che prevede che un decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili regoli l’ottenimento di solo una concessione per ciascun porto. La stessa regola non si applica per gli hub di rilevanza internazionale e nazionale. 

Questione del gas 

La tematica del gas è regolata dall’articolo 6. Esso prevede una serie di disposizioni per le reti di distribuzione degli enti locali in modo da velocizzare le procedure per le gare.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-07-2022


Accordo sul grano: per l’Onu speranza di pace

Allarme caldo, problemi sulle rotaie: treno deraglia a La Spezia