De Donno sul plasma iperimmune: “Funziona, ma hanno chiamato il Nas”. E Salvini attacca: “Non ne parlano perché è gratis”.

ROMA – Il primario di Mantova, Giuseppe De Donno, è ritornato a parlare del plasma iperimmune: “Usiamo tutti i farmaci che danno speranze – ha detto ai microfoni de La Veritàma altrettanto dovrebbero fare i colleghi impegnati nella lotta. La terapia sembra essere l’arma migliore che abbiamo“.

E il medico lancia una ‘frecciatina’ all’Istituto Superiore di Sanità: “Non sono stato contattato, in compenso sono arrivati i Nas per proibire l’uso del plasma dei pazienti guariti. Si tratta di un atto gravissimo con la comunità scientifica che dovrà rispondere di questo ai cittadini”.

Il sospetto di Salvini

Sul plasma iperimmune è ritornato anche Matteo Salvini che ha accusato il Governo di nascondere questa terapia perché è gratis. “Dateci una mano facendo sapere agli italiani quello che molte televisioni nascondono, il fatto che funziona una cura il virus ed è gratis o quasi“.

“I cittadini – conclude il leader della Lega – questo punto potrebbero avere il dubbio che siccome il plasma è gratis, siccome non c’è dietro un business di qualche industria farmaceutica, siccome non ci sono appalti, guadagni milionari allora è meglio occuparsi di altro“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Matteo Salvini
Roma 28/08/2019 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Matteo Salvini

Salvini attacca Conte: “Pensa ai clandestini”

L’ex ministro dell’Interno ritorna ad attaccare anche il Governo sui clandestini: “Il premier Conte sta lavorando ad una maxi-sanatoria per immigrati clandestini. Vedremo di impedirlo in ogni maniera, democraticamente, dentro e fuori il Parlamento. Ovviamente non è tempo di manifestazioni, di cortei, però sapremo come coinvolgervi“.

Salvini è pronto a scendere in campo per fare opposizione al decreto sulla regolarizzazione dei migranti per mettere fine al caporalato.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Trump ‘sfida’ il coronavirus: ‘Riaprire presto, anche con più morti’

Coronavirus, ancora in calo le persone attualmente positive: il bollettino del 5 maggio