Di Maio: “Mercati? Italia non è ricattabile”

Il vicepremier Luigi Di Maio, in un’intervista, ha affermato di non temere attacchi speculativi del mercato. Poi, sulla questione vaccini, il leader grillino ha detto che le idee malsane saranno messe a tacere.

ROMA – Luigi Di Maio ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera. Il vicepremier ha affrontato innanzitutto il tema dei mercati finanziari legati all’equilibrio dei conti: “Il Governo non ricattabile, non temo i mercati“, così il leader grillino rispetto ai timori rappresentati dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Giorgetti aveva spiegato di aspettarsi per fine agosto un attacco speculativo dei mercati all’Italia perché “gran parte del risparmio italiano è stato portato all’estero e quindi la gestione dei nostri titoli non è domestica“.
Non vedo il rischio concreto che questo governo sia attaccato. E’ più una speranza delle opposizioni… Se qualcuno vuole usare i mercati contro il governo, sappia che non siamo ricattabili. Rispetteremo gli equilibri di bilancio. Però l’Ue ci lasci fare le riforme“.

Luigi Di Maio
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/LuigiDiMaio/

La questione dei vaccini

Poi, il numero uno del Movimento 5 Stelle ha affrontato il delicato tema dei vaccini: “Il M5S è diviso? Voglio mettere a tacere qualche idea malsana contro i vaccini. Da quando sono capo politico – ha ricordato Di Maio – non siamo mai stati contro, vogliamo che si facciano. Non vediamo di buon occhio legare l’obbligo alla frequenza scolastica, invece che introdurlo quando c’è rischio di epidemie“. Infine, sulla vicenda della mamma che ha falsificato l’autocertificazione: “La mamma che si vanta di aver falsificato l’autocertificazione sappia che rischia fino a due anni di galera“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-08-2018

Fabio Acri

X