La creazione di un diagramma di flusso in Word può essere molto utile per creare documenti perfettamente comprensibili da chiunque. Vediamo insieme come realizzarli usando le forme o SmartArt.

Microsoft Word fornisce una serie di strumenti per la creazione e organizzazione di  diversi tipi di diagrammi di flusso. Questi diagrammi possono essere creati utilizzando le forme o lo strumento SmartArt. Vediamo insieme come creare un diagramma di flusso in Word utilizzando gli strumenti del programma.

Questi diagrammi potranno essere utilizzati sia all’interno dei nostri documenti sia, per esempio, in presentazioni o altri file di Office. Per trasferirli sarà sufficiente un normale copia e incolla.

Come fare un diagramma di flusso in Word

Se vogliamo che tutto venga visualizzato correttamente all’interno di una qualsiasi altra applicazione di Office (o vogliamo semplicemente essere molto precisi), quello che possiamo fare è utilizzare in maniera intelligente la griglia per allineare e bilanciare le varie forme del caso.

Per fare ciò, prima di cominciare a lavorare con le forme o con lo strumento SmartArt, dalla barra multifunzione facciamo clic su visualizza e poi su griglia all’interno della scheda mostra.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

A questo punto vedremo una griglia comparire all’interno del nostro documento word. Questa griglia, creata da quadrati uguale adiacenti tra loro, sarà la nostra base di partenza per la realizzazione di diagrammi di flusso precisi e visivamente accattivanti.

A questo punto facciamo clic, dalla barra multifunzione, sulla voce inserisci e poi facciamo clic sul pulsante forme all’interno della scheda illustrazioni. A questo punto apriremo un enorme menu a tendina che presenterà una lunghissima lista di forme da cui potremo scegliere in completa libertà.

Per la realizzazione di un diagramma di flusso avremo bisogno di due principali tipologie di forme da usare a nostro vantaggio: i connettori e le forme geometriche.
I primi si trovano all’interno della categoria linee, presenti nella parte alta del menu a tendina mentre i secondi è possibile trovarli all’interno della categoria diagrammi di flusso.

Le forme corrette per questo tipo di elementi grafici

Prima di continuare con la spiegazione è però importante capire per bene quali sono le forme che ci serviranno per la creazione di un bel diagramma di flusso in Word. Esistono guide gratuite molto complete sul web con dentro tutti i segreti per la realizzazione di un diagramma di flusso comprensibile ma, volendo riassumere, ecco cosa dobbiamo sapere.

La prima nozione da tenere a mente è lo scopo del rettangolo: esso contiene le fasi di un processo. La forma del diamante, invece, viene utilizzare come contenitore per i cosidetti punti di decisione. Gli ovali, invece, sono utilizzati come forma terminale per indicare i punti iniziali e finali di un processo.

La grammatica dei diagrammi di flusso è approcciabile anche da un novizio e Microsoft Word contiene tutte le informazioni del caso. Passando con il mouse sopra una forma della categoria diagrammi di flusso e aspettando qualche secondo sarà possibile visualizzare un pop up con al suo interno una breve descrizione riguardante lo scopo della forma specifica.

Se vogliamo costruire un diagramma di flusso ci troveremo, per forza di cose, a dover iniziare il nostro lavoro con l’utilizzo della forma ovale. Una volta selezionata la forma dal menu ci accorgeremo che il nostro puntatore del mouse sarà cambiato, trasformandosi in un mirino.

A questo punto andiamo sul foglio e facciamo clic col tasto sinistro del mouse.
Trascinando il mouse potremo disegnare la forma secondo le nostre preferenze, tenendo premuto il tasto SHIFT invece forzeremo Word a disegnare una forma proporzionata.

Dopo aver disegnato la forma noteremo la comparsa di una nuova voce nella barra multifunzione: formato forma.
Questo menu permettono a noi utenti di poter utilizzare strumenti e comandi per modificare esteticamente la forma cambiandone contorno o colore di riempimento.

Oltre a ciò il menu ci permetterà di applicare degli effetti grafici alla forma, al fine di renderla più gradevole visivamente.

Per scrivere all’interno della forma facciamoci clic col tasto sinistro del mouse e iniziamo a digitare utilizzando la tastiera. Selezionando successivamente il testo potremo cambiarne carattere e peso in maniera completamente libera.

Inseriamo un’altra forma all’interno del nostro foglio e poi, utilizzando un connettore, colleghiamole. Piazziamo il connettore sul foglio e utilizziamo le maniglie posti agli estremi della forma per orientare il connettore in base alla nostra preferenza. Anche i connettori sono forme esteticamente personalizzabili attraverso il pannello formato forma.

Se abbiamo bisogno di utilizzare la stessa tipologia di linea durante il corso di tutto il documento possiamo utilizzare a nostro vantaggio le impostazioni predefinite.

Per cambiare il tipo di linea predefinita, infatti, dovremo semplicemente fare clic col tasto destro del mouse sulla linea che abbiamo utilizzato come connettore e fare clic su imposta come linea predefinita. Questa operazione può essere effettuata anche con le forme seguendo lo stesso e medesimo procedimento.

Creare un diagramma di flusso con SmartArt

Un altro strumento molto utile per la creazione di un diagramma di flusso è SmartArt.
SmartArt è una specie di database di strumenti per la rappresentazione grafica in cui è possibile selezionare modelli di grafici o diagrammi per poi personalizzarli in base alle proprie preferenze.

Per richiamare SmartArt facciamo clic, dalla barra multifunzione, prima su inserisci e poi su SmartArt all’interno della scheda forme.

A questo punto si aprirà una finestra chiamata scegli elemento grafico SmartArt.
Dalla colonna di sinistra scegliamo la categoria di rappresentazioni chiamata processo per far comparire a schermo una lista di possibili diagrammi di flusso. Facciamo clic col tasto sinistro del mouse sul diagramma che vogliamo utilizzare e poi facciamo clic su ok.

A questo punto nella barra multifunzione farà la sua comparsa un’altra voce chiamata struttura SmartArt.
Qui troveremo tutti gli strumenti di personalizzazione estetica e non riguardante le forme che vengono create attraverso l’ausilio di SmartArt.
Possiamo aggiungere forme, aggiungere punti elenco, creare riquadri di testo o cambiare lo stile dell’intero diagramma utilizzando gli stili preimpostati.

I vari riquadri di cui è composto lo SmartArt possono essere modificati in maniera libera semplicemente scrivendo dentro le forme. Se non abbiamo bisogno di una particolare forma possiamo farci clic sopra col tasto sinistro del mouse ed eliminarla utilizzando il tasto CANC della tastiera.

diagramma di flusso word

Per creare una nuova forma all’interno della SmartArt o utilizziamo il sopracitato pannello struttura SmartArt o utilizziamo le funzioni di copia e incolla a nostro vantaggio.


Come usare canzoni da Apple Music in una presentazione PowerPoint

Come attivare la modalità con restrizioni di Youtube e a cosa serve