Come funziona la detrazione animali domestici. Comprende tutti gli animali domestici e quelli destinati alla pratica sportiva.

Da adesso nella dichiarazione dei redditi di fine anno, è possibile inserire le spese mediche effettuate per la cura dei propri animali domestici. Questo tipo di spesa è diventato dichiarabile per aiutare le famiglie a far fronte alle spese – spesso tutt’altro che contenute – sostenute per i propri animali domestici. Ad oggi, si contano infatti 62,1 milioni di animali domestici in tutta Italia, con oltre un milione di famiglie che acquistano regolarmente prodotti per i loro animali.

I pet insomma sono diventati una costante nella vita delle famiglie italiane. L’agevolazione, oltre al bonus animali 2022 già riconfermato dalla Legge di bilancio, consiste in una detrazione fiscale. Si tratta di una tutela all’animale domestico, utile aiutarli a mantenerli in salute. Non rientrano nella detrazione le spese mediche relative alle eventuali assicurazioni sugli animali.

Trasportare animali in auto

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il tetto massimo della detrazione animali domestici

Il tetto massimo della detrazione fiscale è aumentata da 500 a 550 euro. La detrazione riguarda le spese sostenute per gli animali domestici nel corso del 2021. Corrisponde ad un rimborso del 19% sull’Irpef e può essere richiesta una volta sola, a prescindere dal numero degli animali posseduti. La scadenza per richiedere la detrazione è fino al 30 settembre 2022.

Il rimborso è valido soltanto se le spese mediche sono superiori a 129,11 euro. Inoltre, la detrazione, è valida anche se si va oltre la soglia dei 550 euro, ma in ogni caso il rimborso non supera mai gli 80 euro. Infine l’agevolazione riguarda solo la franchigia che corrisponde ai 129,11 euro. Il rimborso Irpef del 19% viene sulla somma spesa a cui viene sottratta la franchigia fino ad un massimo di 80 euro e non sui 550 euro comprensivi del tetto massimo.

Come inserire la detrazione nella dichiarazione dei redditi

Perché la domanda vada a buon fine, la richiesta deve essere inserita all’interno della dichiarazione dei redditi indicandola nel rigo da E8 a E10 del Mod. 730. Il dato va inserito alla voce “Altre spese”, inserendo codice 29. Se invece si decide di utilizzare il modello Persone Fisiche (ex Unico) si dovrà sempre utilizzare il codice 29, inserendolo però nelle righe da RP8 a RP13.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-05-2022


Putin, il suo discorso sorprende: qualcosa è cambiato

Kyrill Martynov: “Putin è in difficoltà, non ha nessuna opzione reale per… “