Scopriamo quali sono i Bonus confermati dal Governo per l’anno 2022, chi può richiederli e come si possono ottenere.

Quali e quanti sono i Bonus e le agevolazioni del 2022 che sono stati approvati dallo Stato e l’emissione di eventuali proroghe e modifiche? Ce ne sono moltissimi che sono stati attivati ed erogati, che toccano molti aspetti del nostro quotidiano: da quelli inerenti alla casa, come il bonus per le ristrutturazioni, a quelli che concernano il nucleo famigliare, come le agevolazioni per l’asilo nido, fino a quelli per i trasporti. Vediamo quindi un elenco di tali bonus e quali sono i requisiti per richiederli.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Bonus 2022 per la casa

ristrutturazione casa progetto
ristrutturazione casa progetto
  • Superbonus 110% è un’agevolazione di ristrutturazione per ogni tipologia di abitazione, che non prevede limiti di Isee per lavori di ristrutturazione di villette unifamiliari e che, per i condomini, è stata prorogata fino all’anno 2023.
  • Sismabonus prevede, per chi acquista immobili nelle zone classificate rischio sismico, un sostegno per le spese dei lavori di adeguamento, con un tetto massimo pari a 96 mila euro. Per ottenerlo è necessario stipulare l’atto di acquisto entro il 20 giugno del 2022.
  • L’agevolazione facciata è stata rinnovata anche nel 2022 ma con una percentuale inferiore rispetto all’agevolazione pari al 60% delle spese sostenute per la realizzazione dei lavori.
  • Bonus idrico è un contributo erogato per la ristrutturazione dei bagni, quindi la sostituzione di sanitari e rubinetti, di massimo mille euro. L’intervento però deve apportare una riduzione del flusso dell’acqua usata. La domanda per tale tipo di bonus va effettuata sul portale Sogei, allegando i documenti richiesti.
  • Il Bonus ristrutturazione è un incentivo che permette la detrazione per degli interventi che non rientrano nel superbonus e che quindi ha percentuali inferiori, attorno al 75%, anche se dipende dal lavoro edilizio.
  • Bonus mobili comporta una detrazione Irpef del 50% per le spese inerenti all’acquisto di mobili per abitazioni oggetto di ristrutturazione. Il tetto massimo è fissato a 10 mila euro.
  • Il bonus per gli elettrodomestici consente un’agevolazione del 50% fino a dieci mila euro per l’acquisto di grandi elettrodomestici per abitazioni in ristrutturazione.
  • Il bonus ascensori prevede una detrazione del 75% sulle spese necessarie per la rimozione delle barriere architettoniche nelle abitazioni. Rientrano anche l’installazione di ascensori o montacarichi e lo smaltimento dei vecchi impianti se presenti.
  • Bonus verde sostiene fino al 36% delle spese sostenute per la sistemazione del verde della propria abitazione, con un limite di spesa a cinquemila euro. Il bonus è usufruibile fino al 2024.

Bonus per l’efficienza energetica

  • L’ecobonus infissi permette di sostituire porte e finestre per poter ottenere così una maggiore efficienza energetica in casa. Si tratta di una detrazione fiscale del 50% con un massimo di 60mila euro.
  • L’agevolazione tende da sole è per la riqualificazione energetica e prevede una detrazione del 50% fino a 60 mila euro per l’acquisto e la posa di schermature solari interne ed esterne.
  • L’ecobonus caldaia è una detrazione per la sostituzione di un impianto per il riscaldamento dell’abitazione. Prevede il 110% se avviene la sostituzione della caldaia in contemporanea ad un intervento di ristrutturazione; il 65% se si cambia l’impianto con uno di classe A o maggiore efficienze e infine il 50% quando si intende installare una caldaia classe A senza valvole.
  • Bonus condizionatori per chi sostituisce o acquista condizionatori nuovi con pompa di calore ottenendo in tal modo una miglioria energetica sulla casa. La detrazione è del 50% o 65% sulla spesa necessaria.

Bonus destinati ai giovani

giovani al lavoro
giovani al lavoro
  • Bonus affitto giovani è un contributo per il pagamento del canone di locazione destinato alle persone di età compresa tra 20 e 31 anni che decidono di andare a vivere da soli e che hanno alcuni requisiti economici. L’agevolazione è pari al 20% delle spese da sostenere, con tetto massimo a soglia duemila euro.
  • Prima casa under 36 dà sostegno agli under 36 che intendono acquistare la loro prima casa entro la data del 30 giugno del 2022. I vantaggi dell’agevolazione sono l’esenzione del pagamento dell’imposta di registro e catastale e il riconoscimento di un credito d’imposta pari all’iva versata.
  • Il bonus per la cultura rappresenta un incentivo pari a 500 euro riservato agli studenti nati del 2003. Comprende un voucher attivabile dal 17 marzo del 2022 con cui si possono acquistare beni quali libri e partecipazione ad eventi culturali.
  • Con il bonus patente, per i giovani under 35, è possibile beneficiare di un contributo fino a mille euro per le spese per la patente. Per ottenerlo il richiedente deve dimostrare di voler lavorare nel settore del trasporto auto.

Bonus erogati per dare sostegno alle famiglie

  • Il bonus sociale del 2022 prevede, per i nuclei famigliari con reddito Isee fino a 8.265 o fino a 20.000 se presenti quattro o più figli, uno sconto applicato sull’ammontare della bolletta di luce e di gas. Per tale agevolazione non si richiede la compilazione di alcuna domanda, basta essere in possesso di Isee aggiornato.
  • Bonus nido introduce per le famiglie con Isee di una certa cifra una copertura delle spese necessarie per il pagamento della retta mensile dell’asilo nido.
  • Il bonus figli e famiglia permette la richiesta di un assegno unico per le famiglie con figli di età fino a ventuno anni. L’ammontare del valore dell’assegno erogato è in proporzione al numero di figli e all’ammontare dell’Isee.
  • Bonus animali domestici è un’agevolazione del 19% sulle spese per le cure mediche di cani e gatti, fino al tetto massimo di spesa di 550 euro.

Bonus relativi ai mezzi di trasporto

Macchine
Macchine
  • L’ecoincentivo del Mise consente di acquistare automobili ibride o elettriche con prezzi scontati per chi rottama un modello di automobile più inquinante. Il bonus prevede un agevolazione pari a cinquemila euro massimo per acquisto di auto elettriche con emissioni fra 0-20g/Km. E pari a quattromila per auto ibride plug-in, nella categoria 61-135 g/km di CO2.
  • Il bonus benzina o carburante introduce due misure. La prima prevede una riduzione temporanea delle accise sui carburanti. La seconda è l’introduzione di un buono carburante fino a duecento euro esentasse.
  • Bonus scooter elettrici introduce un contributo del 40% fino a quattromila euro con rottamazione per chi acquista un nuovo veicolo che rientra nelle categorie del Mise di moto e scooter elettrici o ibridi.
  • Il bonus bici e monopattino consiste in un credito d’imposta fino a 750 euro per le persone fisiche che acquistano una bicicletta, un abbonamento al trasporto pubblico o un monopattino. In concomitanza alla rottamazione di un veicolo più inquinante.

Bonus 2022 per le imprese e i commercianti

  • Il bonus pubblicità prevede un credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari effettuati dalle imprese. Fino al 50% dei costi sostenuti per le campagne pubblicitarie realizzate su stampa, radio e televisione.
  • Bonus assunzione giovani, prorogato fino al 30 giugno 2022 prevede un’incentivo per i datori di lavori che assumono giovani fino a 36 anni. Consiste in uno sgravio del 100% rispetto ai contributi da versare, fino al massimo di seimila euro.
  • Il bonus Sud prevede uno sgravio del 30% dei contributi per le aziende che assumono lavoratori a tempo indeterminato nelle regioni del meridione, fino al 30 giugno 2022.
  • Bonus per le donne disoccupate rappresenta uno sgravio contributivo di massimo seimila euro per i datori di lavoro che assumono lavoratrici senza occupazione da almeno 12 mesi.
  • Il Bonus Renzi o trattamento integrativo consiste in un beneficio economico di cento euro per i lavoratori dipendenti. Viene erogato direttamente in busta paga.
  • Bonus alberghi si riferisce a tutte quelle imprese operanti nel ramo del turismo quali per esempio agriturismi, stabilimenti balneari e parchi tematici. Queste attività possono infatti, previo il rispetto di alcuni requisiti, entrare nella graduatoria per poter così beneficiare di un credito d’imposta pari fino all’80% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia o efficientamento energetico.
  • Il bonus bancomat prevede per i professionisti e i commercianti un’agevolazione fino a 480 euro per l’acquisto, l’affitto e l’uso del POS.

Nei bonus del 2022 inerenti al mondo della tecnologia si trovano due incentivi. Il primo rappresenta uno sconto applicato direttamente dal fornitore sul prezzo di smart tv e di decoder. Consentendo così la visione di trasmissioni del digitale terrestre con i nuovi standard. Il secondo invece, definito bonus internet, prevede, per imprese e partite iva, un contributo fino a 2500 euro in favore di chi sottoscrive abbonamenti ad internet veloce.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 28-04-2022


Prezzo carburante: tornano a salire benzina e diesel

Gas russo: chi pagherà in rubli e cosa sono i conti K